Consigli base per comprimere

  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8170
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 504  

30-07-18 03.23

A parte che non si dovrebbe mai comprimere a prescindere, il primo tool da usare é l'EQ...con i filtri, usando questi due tools insieme al gain, al panpot e ai faders gia dovresti essere in grado di scolpire il mix...

non a caso sono sempre esistiti banchi con almeno due bande di eq, qualsiasi mixer analogico serio anche top level ha una sezione di equalizzazione ma non tutti hanno i processori dinamici Compressor/Limiter, expander e gate, solo pochi modelli e costosissimi li hanno, segno chiaro che indubbiamente le dinamiche servono in una console ma non sono pa prima cosa.

per assurdo, potresti mixare un disco senza alcun compressore o gate/expander sulle tracce anche perche oggi con il controllo dinamico al decimo di dB nelle DAW potresti livellarti le dinamiche tu, alla fine il compressore viene usato piu per dare artefatti armonici al suono piu che per un reale controllo dinamico, mentre sarebbe impossibile fare il contrario ossia mixare una canzone senza l'ausilio dell' equalizzatore e usando invece solamente processori dinamici!

sembra una cazzata detta cosi, ma é tutt altro che banale, il tools su cui concentrarsi é l'eq parametrico e la sezione filters, ovviamente anche qui....come diceva un grande fonico specializzato nel country "se si usano i microfoni giusti, e l'acustica dello studio é buona, non si dovrebbe mai equalizzare pesantemente alcun suono"...

ovviamente si parla fi musica country, jazz, blues, classica ma il discorso é applicabile anche al pop rock.

totalmente diverso invece se si parla di diggei e truzzi, dubstep, techno etc....li spesso si fanno equalizzazioni su certi suoni assurde perche si usa l'eq quasi come uno strumento a volte e non si bada al rischio di tagliare certe formanti che snaturerebbero il suono acustico della sorgente.

pero anche nella dance se si vuole che la cantante suoni naturale si deve procedere alla maniera classica.
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 4904
  • Loc: Grosseto
  • Status:
  • Thanks: 320  

30-07-18 07.29

Se paragoniamo il suono al cibo, e i volumi alla cottura del cibo,al pepe il compressore,(e potrei anche continuare con i paragoni) un buon mix non é diverso da un buon piatto.....che vi devo di...troppe sagre dalle mie parti di questi tempi...emo
  • LukeBB
  • Membro: Expert
  • Risp: 1031
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 71  

30-07-18 08.53

@ orange1978
A parte che non si dovrebbe mai comprimere a prescindere, il primo tool da usare é l'EQ...con i filtri, usando questi due tools insieme al gain, al panpot e ai faders gia dovresti essere in grado di scolpire il mix...

non a caso sono sempre esistiti banchi con almeno due bande di eq, qualsiasi mixer analogico serio anche top level ha una sezione di equalizzazione ma non tutti hanno i processori dinamici Compressor/Limiter, expander e gate, solo pochi modelli e costosissimi li hanno, segno chiaro che indubbiamente le dinamiche servono in una console ma non sono pa prima cosa.

per assurdo, potresti mixare un disco senza alcun compressore o gate/expander sulle tracce anche perche oggi con il controllo dinamico al decimo di dB nelle DAW potresti livellarti le dinamiche tu, alla fine il compressore viene usato piu per dare artefatti armonici al suono piu che per un reale controllo dinamico, mentre sarebbe impossibile fare il contrario ossia mixare una canzone senza l'ausilio dell' equalizzatore e usando invece solamente processori dinamici!

sembra una cazzata detta cosi, ma é tutt altro che banale, il tools su cui concentrarsi é l'eq parametrico e la sezione filters, ovviamente anche qui....come diceva un grande fonico specializzato nel country "se si usano i microfoni giusti, e l'acustica dello studio é buona, non si dovrebbe mai equalizzare pesantemente alcun suono"...

ovviamente si parla fi musica country, jazz, blues, classica ma il discorso é applicabile anche al pop rock.

totalmente diverso invece se si parla di diggei e truzzi, dubstep, techno etc....li spesso si fanno equalizzazioni su certi suoni assurde perche si usa l'eq quasi come uno strumento a volte e non si bada al rischio di tagliare certe formanti che snaturerebbero il suono acustico della sorgente.

pero anche nella dance se si vuole che la cantante suoni naturale si deve procedere alla maniera classica.
Usare prima l’eq o prima il comp è una questione di gusti, anche ad alto livello si usano entrambi i modi, dipende dal risultato che vuoi ottenere.

Non c’è un metodo migliore, quello che conta è il risultato. Io preferisco prima comprimere e poi equalizzare il segnale compresso, ma questo non vuol dire che faccia prima il comp, anzi. Posso fare prima l’eq e poi mettere il comp PRIMA nella catena audio.

Per assurdo, potresti mixare un disco anche usando solo compressori...quindi vedi che non c’è il metodo sicuro. Il metodo lo facciamo noi.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8170
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 504  

30-07-18 09.11

@ LukeBB
Usare prima l’eq o prima il comp è una questione di gusti, anche ad alto livello si usano entrambi i modi, dipende dal risultato che vuoi ottenere.

Non c’è un metodo migliore, quello che conta è il risultato. Io preferisco prima comprimere e poi equalizzare il segnale compresso, ma questo non vuol dire che faccia prima il comp, anzi. Posso fare prima l’eq e poi mettere il comp PRIMA nella catena audio.

Per assurdo, potresti mixare un disco anche usando solo compressori...quindi vedi che non c’è il metodo sicuro. Il metodo lo facciamo noi.
non parlo della precedenza del signal flow ossia dynamic post eq oppure pre eq, parlo proprio del fatto che il mix andrebbe fatto prima guardando le equalizzazioni e poi le dinamiche anche perche le equalizzazioni devono essere piu che altro correttive, e quindi prima del compressore altrimenti comprimeresti anche il rumore o il difetto da correggere.
  • gionnix
  • Membro: Senior
  • Risp: 379
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

09-08-18 16.31

Ciao amici, ho fatto piccoli progressi... ho portato ogni tracia audio in Audacity, poi di ognuna ho prima livellato il volume e poi ho dato una leggera compressione.
Quando ho riportato le tracce in cubase, mi sono accorto che alcune tracce erano mal equalizzate... in particolare erano povere di alti. Poi ho dato una mix al tutto e qualche progresso c'è.
Credo però di essere molto lontano ancora da ciò che vorrei, mi spiegate dove posso caricare un file audio?
Così vi faccio ascoltare una frase e mi date qualche consiglio...
  • barbetta57
  • Membro: Guru
  • Risp: 6518
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 683  

09-08-18 17.26

@ gionnix
Ciao amici, ho fatto piccoli progressi... ho portato ogni tracia audio in Audacity, poi di ognuna ho prima livellato il volume e poi ho dato una leggera compressione.
Quando ho riportato le tracce in cubase, mi sono accorto che alcune tracce erano mal equalizzate... in particolare erano povere di alti. Poi ho dato una mix al tutto e qualche progresso c'è.
Credo però di essere molto lontano ancora da ciò che vorrei, mi spiegate dove posso caricare un file audio?
Così vi faccio ascoltare una frase e mi date qualche consiglio...
scusa, ma più che progresso lo chiamerei... fuoristrada. non è che un suono va compresso ed equalizzato "di per sé", è tutto in relazione al contesto. se ci sono interventi correttivi da fare, può anche essere, ma trattare ogni traccia singolarmente in modo avulso dal progetto secondo me non è corretto. per caricare un file audio devi metterlo su un host, tipo soundcloud o similari, e poi postare il link, oppure usare una dropbox e postare il link
  • gionnix
  • Membro: Senior
  • Risp: 379
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

09-08-18 21.19

@ barbetta57
scusa, ma più che progresso lo chiamerei... fuoristrada. non è che un suono va compresso ed equalizzato "di per sé", è tutto in relazione al contesto. se ci sono interventi correttivi da fare, può anche essere, ma trattare ogni traccia singolarmente in modo avulso dal progetto secondo me non è corretto. per caricare un file audio devi metterlo su un host, tipo soundcloud o similari, e poi postare il link, oppure usare una dropbox e postare il link
E' ovvio che sto facendo delle prove... comunque fuori dal progetto ho solo livellato e compresso alcune tracce per provare appunto... ma credo non sia quello il problema principale... l'equalizzazione l'ho fatta poi in cubase su ogni traccia che suonava nell'insieme.. appena ho un attimo carico il file...
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11467
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 661  

09-08-18 22.09

@ gionnix
E' ovvio che sto facendo delle prove... comunque fuori dal progetto ho solo livellato e compresso alcune tracce per provare appunto... ma credo non sia quello il problema principale... l'equalizzazione l'ho fatta poi in cubase su ogni traccia che suonava nell'insieme.. appena ho un attimo carico il file...
Comunque prima di tutto è fondamentale creare un buon arrangiamento ed usare i giusti suoni..può essere ad esempio che sia un pad a creare fastidi perché è suonato in modo che copre troppo le basse frequenze e li non c’è compressore che possa salvare il lavoro..il mio suggerimento è partire con batteria basso e voce e vedere che succede..
  • gionnix
  • Membro: Senior
  • Risp: 379
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

11-08-18 16.20

Anche te hai ragione... comunque ho preferito caricato a mo' di video: sono due frasi dove la prima è la mia e la seconda è di un disco noto simile per tempo... non cerco di fare un pezzo copia dell'altro quindi i timbri scelti lo sono perchè non copio gli arrangiamenti... le differenze sono notevoli (vabbe' sono anche due brani diversi): https://vimeo.com/284503987
  • gionnix
  • Membro: Senior
  • Risp: 379
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

12-08-18 22.41

Ehm.. allora che mi dite?
  • mcocchi
  • Membro: Senior
  • Risp: 229
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 8  

13-08-18 02.13

@ gionnix
Salve,
il problema è questo: finito una canzone in midi, passo a registrarle parte per parte (con campioni, M1, voce mia), poi equalizzo con cura ogni traccia audio, aggiungo l'effetto opportuno e mixo il tutto con molta attenzione.
Purtroppo però il risultato finale è insoddisfacente: ogni singola traccia, quindi ogni singolo timbro registrato non è "pompato" come in una canzone famosa, è invece sfibrato, oscuro, coperto.
vorrei capire due cose:
1) la prima è capire esattamente il difetto: è un problema di gamma dinamica? Di compressione? o altro?
2) con quali plugin per cubase o altro software potrei ridurre il problema.

Grazie a tutti per la collaborazione...
come primo approccio ti consiglio di:
- fare un premix regolando solo i livelli delle tracce mantenendo il livello del master nei dintorni dei -20 -18 dbfs.
- intervenire con l'eq solo dove è necessario e voce a parte, essendo campioni e suoni di tastiera sarà davvero poca cosa.
- ricorda che non tutti i suoni devono per forza suonare belli e grandi in solo, ma devo suonare bene assieme ovvero nel mix. Lo spettro in frequenza di riferimento è sempre 20-20000 Hz ogni suono occupa uno spazio e per esempio potresti trovarti a sacrificare qualcosa tagliando di eq per favorire la voce oppure tagliare la cassa al di sotto dei 100hz per favorire il basso...etc.
- visto che sei alle prime armi per il compressore/expander + eq (oppure un plugin channel strip) li dedicherei solo alla traccia vocale facendo pratica secondo il tuo gusto.
-Per avere una idea di un impasto finale metteri sul master di cubase in insert un eq con un passa alto a -12 db al di sotto dei 40hz poi due punti di eq a campana molto larga con un taglio tra i 300-500 di 3 db e un boost a 8000- 10000 hz di 3 db . poi per aumentare il volume medio metteri un maximizer da regolare con livello massimo a -0,2 db con una soglia tra i -5 e -7 db.
Chiramente si tratta solo di un primo approccio il discorso "mix" è un argomento molto complesso e profondo.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8170
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 504  

13-08-18 09.56

mcocchi ha scritto:
poi due punti di eq a campana molto larga con un taglio tra i 300-500 di 3 db e un boost a 8000- 10000 hz di 3 db


....pure a campana larga! ....una sola domanda....perche?????? emo
sul master non si mette NIENTE durante il mix a parte un leggero Bus compressor (anche li se tanto non hai un vero ssl ce ben poco da fare), e al massimo un brickwall limiter per la questione volume, e per sentire se gli equlibri quando si comprime si stravolgono (molto probabile per come spesso vogliono masterizzare).

eq baxandall etc non si devono usare in mix, al massimo air eq intorno ai 20/40 khz, shelving....giusto sentire piu chiaramente le alte, da disabilitare in fase di mixdown, ma il resto non va toccato, inoltre il filtro passa alto si mette a 18/20 Hz e a 12/18 dB non a 40hz, ma sei fuori? perche devi levare tutte le basse dal mix che sono quelle che danno poi energia, al massimo si bucano leggermente.
  • LukeBB
  • Membro: Expert
  • Risp: 1031
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 71  

13-08-18 10.00

@ mcocchi
come primo approccio ti consiglio di:
- fare un premix regolando solo i livelli delle tracce mantenendo il livello del master nei dintorni dei -20 -18 dbfs.
- intervenire con l'eq solo dove è necessario e voce a parte, essendo campioni e suoni di tastiera sarà davvero poca cosa.
- ricorda che non tutti i suoni devono per forza suonare belli e grandi in solo, ma devo suonare bene assieme ovvero nel mix. Lo spettro in frequenza di riferimento è sempre 20-20000 Hz ogni suono occupa uno spazio e per esempio potresti trovarti a sacrificare qualcosa tagliando di eq per favorire la voce oppure tagliare la cassa al di sotto dei 100hz per favorire il basso...etc.
- visto che sei alle prime armi per il compressore/expander + eq (oppure un plugin channel strip) li dedicherei solo alla traccia vocale facendo pratica secondo il tuo gusto.
-Per avere una idea di un impasto finale metteri sul master di cubase in insert un eq con un passa alto a -12 db al di sotto dei 40hz poi due punti di eq a campana molto larga con un taglio tra i 300-500 di 3 db e un boost a 8000- 10000 hz di 3 db . poi per aumentare il volume medio metteri un maximizer da regolare con livello massimo a -0,2 db con una soglia tra i -5 e -7 db.
Chiramente si tratta solo di un primo approccio il discorso "mix" è un argomento molto complesso e profondo.
Mi sembrano buoni consigli per iniziare, ma siamo sicuri che non sia tutto troppo tecnico?

Gionni sai di cosa si parla quando si vuole fare un boost? Oppure sai cosa vuol dire un filtro con campanatura a 24 db/ottava?

Nel senso: benvengano i consigli, ma visto che l’interessato è alle prime armi non diamo per scontato certi argomenti o terminologie.

Buona idea applicare compressore+eq solo alla voce per ora, così puoi sperimentare.

A proposito dellavoce: due “trucchi” che funzionano sempre:

-aumentando le frequenze tra i 5000e gli 8000 (variabile) otterrai più chiarezza e aria. Aumenterai anche la presenza della “S”, ma questo è da affrontare più avanti.

-cerca la zona di frequenze della “caffettiera”, con la Q abbastanza stretta alzando il gain, e poi toglila mettendo il gain sotto zero. Questo aiuta la definizione.

In generale, alzando il gain con Q stretta, le frequenze che danno costantemente fastidio, mediose o ferrose, sono da togliere.

Inizia così, e dopo puoi applicare questo metodo a tutti gli strumenti.

I filtri, che spesso sono parte dell’eq, hanno bisogno di più pratica e quindi di un capitolo dedicato. È ancora presto per spiegarteli, parlo per esperienza.

  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8170
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 504  

13-08-18 10.40

ma il mix non é una cosa che si puo spiegare veramente, ci sono tante cose teoriche e le si possono anche sapere anzi meglio saperle ma alla fine la differenza le fanno le apparecchiature.

un tempo la gente dopo 5 mesi di corso e qualche anno di assistenza gia mixava dischi....é una questione di muscoli, se hai una console analogica con un buon set di outboard le cose escono abbastanza facilmente, se lavori con cubase e i plug in stock devi essere tre volte piu bravo per fare uscire qualcosa di accettabile.

vincere un gp con la ferrari é difficile, vincerlo con una golf gti per quanto sia fantastica quando hai a che fare con rivali che fanno 0-200 in 11 secondi che cazzo vuoi fare? spera che escano tt per strada come a montecarlo e se ti va bene secondo o terzo ci arrivi.

i consigli sopra non sono sbagliati lukebb, pero come dici tu sono troppo scolastici, allora usiamo direttamente i preset dei waves, snare cassa hi hat etc....e anche 16 bit cd master....e via cosi.

tanto se non si hanno gli strumenti giusti e gli ascolti giusti stiamo parlando del nulla.
  • mcocchi
  • Membro: Senior
  • Risp: 229
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 8  

13-08-18 10.59

@ orange1978
mcocchi ha scritto:
poi due punti di eq a campana molto larga con un taglio tra i 300-500 di 3 db e un boost a 8000- 10000 hz di 3 db


....pure a campana larga! ....una sola domanda....perche?????? emo
sul master non si mette NIENTE durante il mix a parte un leggero Bus compressor (anche li se tanto non hai un vero ssl ce ben poco da fare), e al massimo un brickwall limiter per la questione volume, e per sentire se gli equlibri quando si comprime si stravolgono (molto probabile per come spesso vogliono masterizzare).

eq baxandall etc non si devono usare in mix, al massimo air eq intorno ai 20/40 khz, shelving....giusto sentire piu chiaramente le alte, da disabilitare in fase di mixdown, ma il resto non va toccato, inoltre il filtro passa alto si mette a 18/20 Hz e a 12/18 dB non a 40hz, ma sei fuori? perche devi levare tutte le basse dal mix che sono quelle che danno poi energia, al massimo si bucano leggermente.
Non sono qui a discutere di tecniche di missaggio o mastering non credo sia la discussione idonea. le indicazioni che ho dato non sono dei must e non sono corrette in senso assoluto. I suggerimenti erano mirati... ovvero cercare di far fare poche cose in un unico progetto ed avere un minimo di impasto sonoro finale ad una persona che non mastica l'argomento.
Alcune indicazioni sono cautelative proprio in virtù degli errori che si possono commettere al primo approccio mi riferisco alla curva di eq suggerita sul master.(p.s. per valutare un mix al di sotto dei 40 hz devi avere un monitoraggio di un certo livello ed in questa fase non penso prorio che facciano la differenza ecco perché il passa alto a -12db). Poi è ovvio che se il brano te lo fai missare e masterizzare da professionisti la cosa cambia.
  • mcocchi
  • Membro: Senior
  • Risp: 229
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 8  

13-08-18 11.09

@ orange1978
ma il mix non é una cosa che si puo spiegare veramente, ci sono tante cose teoriche e le si possono anche sapere anzi meglio saperle ma alla fine la differenza le fanno le apparecchiature.

un tempo la gente dopo 5 mesi di corso e qualche anno di assistenza gia mixava dischi....é una questione di muscoli, se hai una console analogica con un buon set di outboard le cose escono abbastanza facilmente, se lavori con cubase e i plug in stock devi essere tre volte piu bravo per fare uscire qualcosa di accettabile.

vincere un gp con la ferrari é difficile, vincerlo con una golf gti per quanto sia fantastica quando hai a che fare con rivali che fanno 0-200 in 11 secondi che cazzo vuoi fare? spera che escano tt per strada come a montecarlo e se ti va bene secondo o terzo ci arrivi.

i consigli sopra non sono sbagliati lukebb, pero come dici tu sono troppo scolastici, allora usiamo direttamente i preset dei waves, snare cassa hi hat etc....e anche 16 bit cd master....e via cosi.

tanto se non si hanno gli strumenti giusti e gli ascolti giusti stiamo parlando del nulla.
Non mi pare che la richiesta fosse produrre la nuova hit del 2018.
Ho l'impressione che per te o è bianco o nero le vie di mezzo non esistono.
Direi che per l'80 % la differenza la fa il manico e un 20% le macchine.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8170
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 504  

13-08-18 11.30

@ mcocchi
Non mi pare che la richiesta fosse produrre la nuova hit del 2018.
Ho l'impressione che per te o è bianco o nero le vie di mezzo non esistono.
Direi che per l'80 % la differenza la fa il manico e un 20% le macchine.
si certo le macchine del caffe anche.

perche giustamente i dischi fighi li mixano all abbey road a 2400 euro al giorno, e giustamente per avere quel suono non servono le macchine ma il manico, si della caffettiera....e allora perche non se li mixano a casa? noleggi il fonico dell olympic e lo paghi....perche spendere 800 euro piu iva per lavorare con un SSL 6000 se tanto basta il manico? prendo il fonico costa 180/200 al giorno sai quanto risparmio? tanto basta il manico di scopa ahahahah ma cosa mi tocca leggere.

se le macchine danno 15/20% in piu, perche allora spendiamo 10 mila euro in un microfono vavolare? tanto si e no il 20%....anche il neve 88rs, avrebbe senso spendere 600 mila euro per una console che tanto ti da si e no il 20% in piu rispetto a un toft da 15 mila euro? se sei bravo con cubase dovresti fare altrettanto bene.

per forza le cose non funzionano nel nostro paese, finche la qualitá dell'informazione sará questa, non potrá che essere cosi.

che non vuol dire che non si possa lavorare con il computer e basta attenzione, ma che semplicemente se si vogliono ottenere risultati di un certo tipo gli strumenti contano eccome.

infatti chi ha aperto il thread si lamenta guarda a caso che i suoi brani non suonano come prodotti commerciali, bisogna dirglielo che sicuro dipende dalle abilita ma anche sicuro dal fatto che non sappiamo come e con che cosa li hanno mixati e, sopratutto masterizzati.

se bastasse solo la bravura non esisterebbero piu console analogiche outboard microfoni costosi...niente...invece purtroppo non é cosi e te lo dico io che faccio proprio questo nella vita.
  • mcocchi
  • Membro: Senior
  • Risp: 229
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 8  

13-08-18 11.49

@ orange1978
si certo le macchine del caffe anche.

perche giustamente i dischi fighi li mixano all abbey road a 2400 euro al giorno, e giustamente per avere quel suono non servono le macchine ma il manico, si della caffettiera....e allora perche non se li mixano a casa? noleggi il fonico dell olympic e lo paghi....perche spendere 800 euro piu iva per lavorare con un SSL 6000 se tanto basta il manico? prendo il fonico costa 180/200 al giorno sai quanto risparmio? tanto basta il manico di scopa ahahahah ma cosa mi tocca leggere.

se le macchine danno 15/20% in piu, perche allora spendiamo 10 mila euro in un microfono vavolare? tanto si e no il 20%....anche il neve 88rs, avrebbe senso spendere 600 mila euro per una console che tanto ti da si e no il 20% in piu rispetto a un toft da 15 mila euro? se sei bravo con cubase dovresti fare altrettanto bene.

per forza le cose non funzionano nel nostro paese, finche la qualitá dell'informazione sará questa, non potrá che essere cosi.

che non vuol dire che non si possa lavorare con il computer e basta attenzione, ma che semplicemente se si vogliono ottenere risultati di un certo tipo gli strumenti contano eccome.

infatti chi ha aperto il thread si lamenta guarda a caso che i suoi brani non suonano come prodotti commerciali, bisogna dirglielo che sicuro dipende dalle abilita ma anche sicuro dal fatto che non sappiamo come e con che cosa li hanno mixati e, sopratutto masterizzati.

se bastasse solo la bravura non esisterebbero piu console analogiche outboard microfoni costosi...niente...invece purtroppo non é cosi e te lo dico io che faccio proprio questo nella vita.
credo tu abbia una visione distorta dell'argomento. le macchine danno una particolare caratteristica al suono e vengono scelte in base a questa proprietà cosi come determinati studi che vengono scelti in base alla loro acustica. Ma se hai le macchine e non le sai usare a che serve ? non posso pensare che per te le macchine facciano tutte da sole e basta solo questo per fare un buon mix. comunque la chiudo qui perché adesso siamo fuori ot.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8170
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 504  

13-08-18 11.59

@ mcocchi
credo tu abbia una visione distorta dell'argomento. le macchine danno una particolare caratteristica al suono e vengono scelte in base a questa proprietà cosi come determinati studi che vengono scelti in base alla loro acustica. Ma se hai le macchine e non le sai usare a che serve ? non posso pensare che per te le macchine facciano tutte da sole e basta solo questo per fare un buon mix. comunque la chiudo qui perché adesso siamo fuori ot.
ovvio che da sole non fanno nulla ma che contino il 15/20 per cento é la solita leggenda metropolitana.
  • gionnix
  • Membro: Senior
  • Risp: 379
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 1  

13-08-18 18.02

@ gionnix
Anche te hai ragione... comunque ho preferito caricato a mo' di video: sono due frasi dove la prima è la mia e la seconda è di un disco noto simile per tempo... non cerco di fare un pezzo copia dell'altro quindi i timbri scelti lo sono perchè non copio gli arrangiamenti... le differenze sono notevoli (vabbe' sono anche due brani diversi): https://vimeo.com/284503987
Ragazzi grazie per i consigli, ma ho verificato che nessuno ha aperto il link e ascoltato le due frasi... mi dite quali sono secondo voi i limiti della mia prima frase? https://vimeo.com/284503987
Grazie...