Behringer: tutto e il contrario di tutto...

  • mike71
  • Membro: Senior
  • Risp: 396
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 18  

08-05-18 11.02

maxpiano69 ha scritto:
Introdurre i preset, oltre a complicare il design circuitale e portare costi in piú, altera il design della parte “puramente analogica” perché devi sostituire i potenziometri con delle resistenze controllate digitalmente e/o con dei DAC, che non sono esattamente la stessa cosa.


Il collegnese Steelphon 900 aveva un altro approccio: delle schedine all'interno avevano una serie di potenziometri che potevano essere commutati tramite una pulsantiera. Tecnica direi copiata dagli organi Hammond.

Io conosceva una persona che ce lo aveva ed il problema grosso di questo setup è che non teneva l'accordatura, peggio che una ghironda :-)

  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9405
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 682  

08-05-18 11.02

@ anonimo
Basta cercare in rete... :)
Behringer Arp prototipo
La però parlano dell'Odissey, non del 2600. A meno che non lo citino a voce, ma al momento non posso sentire l'audio perché sono in ufficio.
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9405
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 682  

08-05-18 11.04

mike71 ha scritto:
Il collegnese Steelphon 900 aveva un altro approccio: delle schedine all'interno avevano una serie di potenziometri che potevano essere commutati tramite una pulsantiera


Stesso approccio che Yamaha ha usato sul CS-80, con la differenza che i potenziometri dei 4 preset erano accessibili dal pannello sollevando un coperchio.
  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 432
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 37  

08-05-18 11.06

E intanto qui, vediamo il viso di KORG che vede un Odyssey Behringer... emo
  • anonimo
  • Membro: Senior
  • Risp: 226
  • Loc: Livorno
  • Status:
  • Thanks: 19  

08-05-18 11.19

@ mima85
La però parlano dell'Odissey, non del 2600. A meno che non lo citino a voce, ma al momento non posso sentire l'audio perché sono in ufficio.
Per adesso Behringer ha in pancia l’Odyssey.
Mentre in mente ha pure il 2600...2600
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8590
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 547  

08-05-18 12.51

beh io il korg odyssey non lo vendo manco morto, troppo bello...al massimo in futuro prenderò anche il behringer odyssey se fosse carino e costasse poco, oramai l'ho preso ci perderei e per quello che guadagnerei a venderlo non avrebbe senso.

ma se continua cosi tra un po non venderanno piu nemmeno un arturia key collection xD ...che senso ha prendere i plug ins se gli originali li fanno allo stesso prezzo ahahaha xD

beh non esageramo dai, però effettivamente tra un bundle dell'arturia *comodità a parte, polifonia etc...che non si discute* e un paio di behringer analogici beh, non credo ci sia da discutere su cosa converrebbe.

che poi non serve moltissimo, per dire prendi un model d, odyssey e neutron e gia sei a posto per fare ottime cose, ricordiamo che negli anni 70 un setup composto da un vero model d, un odyssey e un semimodulare tipo neutron sarebbe costato come oggi comprare un SUV, come potere di acquisto, e di quelli belli anzi forse anche di piu.

oggi con due tre synth analogici, magari un digitale dal sapore analogico tipo il D50 per la polifonia, e un bel computer, si possono produrre cose stratosferiche e senza nemmeno spendere molto.

speriamo però che tutto questo sdoganamento dei synth semmai ci sarà sul serio, porti dei benefici alla musica, un po come dire se tutti potessero studiare ad alto livello e gratis, il mondo migliorerebbe nel progresso e nei valori umani?

cioe se tutti con pochi soldi potranno accedere agli strumenti professionali disponibili un tempo solo a pochi eletti, la musica migliorerà? perche oggi la musica elettronica sta vivendo il suo momento migliore a livello commerciale, mai prima ad ora nella storia c'e stato cosi fermento intorno ai synth e alla tecnologia musicale, però la "musica" in se non ne sta beneficiando molto, almeno per i miei gusti, però forse mi sbaglio chissà...
  • marcoballa
  • Membro: Guru
  • Risp: 5469
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 727  

08-05-18 15.01

orange1978 ha scritto:
però la "musica" in se non ne sta beneficiando molto

emoemoemoemoemo

di "musica" è già da un pò che non se ne sente.
tranquillo, non sono i tuoi gusti emoemo
  • mike71
  • Membro: Senior
  • Risp: 396
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 18  

08-05-18 15.07

orange1978 ha scritto:
speriamo però che tutto questo sdoganamento dei synth semmai ci sarà sul serio, porti dei benefici alla musica, un po come dire se tutti potessero studiare ad alto livello e gratis, il mondo migliorerebbe nel progresso e nei valori umani?

cioe se tutti con pochi soldi potranno accedere agli strumenti professionali disponibili un tempo solo a pochi eletti, la musica migliorerà? perche oggi la musica elettronica sta vivendo il suo momento migliore a livello commerciale, mai prima ad ora nella storia c'e stato cosi fermento intorno ai synth e alla tecnologia musicale, però la "musica" in se non ne sta beneficiando molto, almeno per i miei gusti, però forse mi sbaglio chissà...

Mah, se vedo la situazione dell'informatica, in cui sistemi dalla potenza di calcolo di un Cray degli anni '90 stanno in una tasca vengono usati per mandare foto di gatti penso proprio di no, anzi.
Nonostante adesso un personal computer costi poco, ci siano strumenti gratuiti e liberi per programmare, e ci siano a disposizione migliaia di libri sull'argomento non vedo in giro tante persone che sappiano programmare.

Per programmare bisogna imparare i concetti fondamentali e gli aspetti tecnici, e quelli alla fine sono più o meno gli stessi dalla nascita dei sistemi time sharing ad adesso.

Allo stesso modo avere strumenti meno costosi per fare musica ed anche metodi didattici molto migliori rispetto a quelli degli anni '70 non porta a poter evitare di dover studiare la teoria a e la tecnica o saper leggere uno spartito...

  • fulezone
  • Membro: Expert
  • Risp: 1845
  • Loc: Palermo
  • Status:
  • Thanks: 55  

08-05-18 15.46

@ clouseau57
vabbe' che significa , anche il Berlusca aveva promesso 1.000.000 di posti di lavoro..emo
in una delle sue sparate cazzofoniche aveva anche detto che avrebbe trovato la cura per il cancro...
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 1951
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 108  

08-05-18 16.43

orange1978 ha scritto:
...cioe se tutti con pochi soldi potranno accedere agli strumenti professionali disponibili un tempo solo a pochi eletti, la musica migliorerà? perche oggi la musica elettronica sta vivendo il suo momento migliore a livello commerciale, mai prima ad ora nella storia c'e stato cosi fermento intorno ai synth e alla tecnologia musicale, però la "musica" in se non ne sta beneficiando molto, almeno per i miei gusti, però forse mi sbaglio chissà...

Belli sono belli; un fetta considerevole di mercato sarà pure costituita da coloro i quali, all'epoca e come il sottoscritto, neppure potevano permettersi il lusso di toccarli, meno che mai osare pensare di comprarli. Ci sentiremo tutti un pò Wakeman, Emerson, Zawinul ecc (si fa per dire...). Quindi benvengano, così come i cloni Hammond, Seven e compagnia bella. Ma il potere di far tornare indietro l'orologio della storia non l'hanno neppure loro. Non appartiene agli oggetti, quali che siano.
  • Synthex77
  • Membro: Expert
  • Risp: 993
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 22  

08-05-18 17.42

orange1978 ha scritto:
beh non esageramo dai, però effettivamente tra un bundle dell'arturia *comodità a parte, polifonia etc...che non si discute* e un paio di behringer analogici beh, non credo ci sia da discutere su cosa converrebbe.


L'Arturia senza dubbio... Hai dentro tutto per fare tutto... In un ambito di produzione... Anche un gran bel piano virtuale... Cosa che con i behringer non fai... Behringer non ha nemmeno in catalogo un polifonico decente per ora quindi...

Lasciando perdere il lato romantico della diatriba Hw vs Sw... Lasciando perdere che sono 40 anni che usiamo software che girano su Hw dedicato (tutti i digital synth lo sono)...
  • matmetal
  • Membro: Senior
  • Risp: 187
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 9  

16-05-18 17.16

[0]=8]https://www.juno.co.uk/labels/Behringer/?facet[daterange][0]=8

https://www.juno.co.uk/labels/Behringer/?facet[daterange][0]=8

TANTA ROBBA

Ma l'rd999 che sarebbe? emo

Il link non me lo fa mettere, fa interferenza con le parentesi quadre ed il codice html
  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 432
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 37  

16-05-18 17.20

@ matmetal
[0]=8]https://www.juno.co.uk/labels/Behringer/?facet[daterange][0]=8

https://www.juno.co.uk/labels/Behringer/?facet[daterange][0]=8

TANTA ROBBA

Ma l'rd999 che sarebbe? emo

Il link non me lo fa mettere, fa interferenza con le parentesi quadre ed il codice html
Hey, qui dice il 1 Agosto che esce ARP2600. Non ci credo neanche se lo vedo.

Behringer Arp 2600 Semi Modular Analog Synthesizer (equipment)
Cat: 688732 Rel: 01 Aug 18

Per Mat: non ho capito il tuo link.
  • matmetal
  • Membro: Senior
  • Risp: 187
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 9  

16-05-18 17.26

@ MarioSynth
Hey, qui dice il 1 Agosto che esce ARP2600. Non ci credo neanche se lo vedo.

Behringer Arp 2600 Semi Modular Analog Synthesizer (equipment)
Cat: 688732 Rel: 01 Aug 18

Per Mat: non ho capito il tuo link.
Le date sono sballate, anche il neutron lo dava per il primo marzo mentre è in prevendita da due giorni

l'importante è che lo facciano, per me sono indiscrezioni

edit: L'ho modificato in quanto interferiva con il codice html e incasinava tutto
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8590
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 547  

16-05-18 17.40

@ matmetal
Le date sono sballate, anche il neutron lo dava per il primo marzo mentre è in prevendita da due giorni

l'importante è che lo facciano, per me sono indiscrezioni

edit: L'ho modificato in quanto interferiva con il codice html e incasinava tutto
se fanno l'arp 2600 ne prenoto subito due, oramai behringer è la sola speranza xD
  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 432
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 37  
  • MarioSynth
  • Membro: Senior
  • Risp: 432
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 37  
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8231
  • Loc: Mantova
  • Status:
  • Thanks: 559  

19-10-18 10.06

io ho un dubbio... non è che Behringer faccia suonare questi moduli allo stesso modo o quasi e facciano tutto passare con l'entusiasmo per il vintage cambiando scatolette e manopole? emo
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 1951
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 108  

19-10-18 10.21

Mah. Fatti salvi i limiti dell'ascolto in rete, il confronto tra Model D originale e copia è impressionante. Se poi, inevitabilmente, si pensa al differenziale di prezzo si resta basiti. Poi va beh... ci sono altre considerazione a latere che possono pesare poco o moltissimo in funzione di tanti fattori ma, per ciò che attiene esclusivamente l'orecchio, tant'è.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8590
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 547  

19-10-18 11.56

le differenze ci sono eccome e su molti aspetti, ma bisogna considerare che a quel prezzo sono comunque meglio loro di piratati plug ins vst.

un vero moog è un vero moog, nel bene e nel male, le differenze ci sono sopratutto di prezzo, e cè anche il discorso affidabilità, io anche ero curioso ma appena ho visto quel semimodulare, neutron mi pare, arrivare due esemplari nuovi e il primo che mi aprono ha il delay che funziona di merda e pieno di crosstalking del tipo che se lo escludi ma alzi il feedback lo senti basso nel segnale, gli oscillatori che non andavano al vca ma dovevi passare dall overdrive (perche era difettoso appunto), e altre varie piccole magagne....insomma, rispedito al distributore come esemplare difettoso, il primo che ti arriva in negozio eh!! direi che non è un bell'inizio e qualche domanda te la fai, bisognerà quindi vedere pure nel futuro quanto saranno affidabili rispetto ad esempio a un vero minimoog model d, considerando che questi sono sopravvissuti agli anni 70/80 e funzionano ancora benissimo con ovviamente la ordinaria manutenzione.

certo uno potrebbe anche ragionare dicendo per neanche 400 euro me lo prendo, lo uso, se tra dieci anni fosse gia rotto chissenefrega, ho comunque speso una frazione rispetto a un vero model d, non sarebbe un discorso privo di logica...quando le cose costano cosi poco sono quasi sempre convenienti.

quello che mi puzza un po è che behringer ad esempio fa dei pedalini per chitarra veramente di merda, e io credo che costruire un buon pedalino clonando l'immensa quantità di pedali boutique o storici non sia cosi difficile, anche perche parliamo di prodotti che spesso originali costano 80/100/150/250....quando un pedale boutique costa tanto sei sui 450, ed è moltissimo....ma è come prendere per un tastierista un moog one.
allora mi dico ma se non riescono a fare pedalini che a 40/50 euro suonano come pedalini che ne costano 300, e parliamo appunto di un circuito di overdrive o di un delay analogico.....ma come è possibile che un apparecchio altamente complesso come un sintetizzatore analogico addirittura semimodulare come arp2600 possa essere invece clonato a tal punto che un coso da 3700 euro ne costa 350? vorrebbe dire che un pedalino per chitarra behringer dovrebbe costare 20 euro massimo e suonare come uno boutique da 300...ma non succede assolutamente.

cioe mi pare strano che se non riesci a vincere nemmeno la coppa del nonno in serie D, vinci la champions league con la stessa squadra.

a meno che appunto non sia la stessa squadra e che abbiano affidato a questo team che pare sia inglese lo sviluppo di questi fantomatici cloni...che forse abbiano beccato un genio dentro questo team che è in grado di ingegnerizzare e clonare ogni strumento in maniera efficente e tenendo bassi i costi?