Click in cuffia: il modo più semplice?

  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8470
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 541  

08-11-18 15.25

@ raptus
Rispondo a te perchè sei il "sunto" delle recenti risposte.
Dunque. Il motivo lo aveva intuito MaxPiano involontariamente: ci serve un percussionista, avevamo quello fino a poco tempo fa.
1) Un metronomo da 25 euro non serve in quanto sarebbe necessario che fosse flessibile e tarato sulla scaletta, così da poterlo modificare traccia per traccia e gestire senza staccarsi dalla chitarra (vi ricordo che non è per me)
2) E' un discorso di comodo per evitare brutte sorprese. Non ci sono cambi-tempo o sequenze particolari ma parti prefissate e precise in cui è fondamentale non portarsi fuori.
3) Lo so che la maggior parte dei musicisti in giro se ne fregherebbe, anche io sono andato in giro per anni senza, magari "correndo dietro" a cantanti che si inventavano metriche e cambi per evitare figure col pubblico...
io mi farei delle sequenze appunto....da mandare in play cn qualsiasi mezzo, anche uno smartphone, magari evitando il clic e mettendo dei loop ritmici che un chitarrista forse farebbe anche meno fatica a seguire che il solito freddo click.

tutte le altre soluzioni compreso mac piu ableton live, sono esagerate.
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8203
  • Loc: Mantova
  • Status:
  • Thanks: 557  

08-11-18 15.27

@ orange1978
io mi farei delle sequenze appunto....da mandare in play cn qualsiasi mezzo, anche uno smartphone, magari evitando il clic e mettendo dei loop ritmici che un chitarrista forse farebbe anche meno fatica a seguire che il solito freddo click.

tutte le altre soluzioni compreso mac piu ableton live, sono esagerate.
io sto usando The Metronome by soundbrenner.
Devo ora inserirlo in un amplificatore cuffie per tutto il gruppo ma il segnale è basso rispetto alla segnale che gira negli ear monitor (tutto il gruppo è cuffiato)
  • raptus
  • Membro: Expert
  • Risp: 938
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 35  

08-11-18 15.32

@ orange1978
io mi farei delle sequenze appunto....da mandare in play cn qualsiasi mezzo, anche uno smartphone, magari evitando il clic e mettendo dei loop ritmici che un chitarrista forse farebbe anche meno fatica a seguire che il solito freddo click.

tutte le altre soluzioni compreso mac piu ableton live, sono esagerate.
Sìsì non è male la tua idea infatti la sto prendendo in considerazione.

Per Ruggero: grazie del suggerimento, fan tanto i fighi poi 90% dei gruppi son tutti cuffiati emo (scherzo)
  • steve
  • Membro: Expert
  • Risp: 3958
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 116  

08-11-18 15.33

che bei tempi quando il metronomo era unicamente il batterista... cambi di tenpo... rallentamenti... accelerazioni ecc erano quando necessario e in tempo reale... il resto lo facevano gli sguardi tra i componenti del gruppo... il one two three ... e pur con qualche imperfezione era tutto gestito in modo "umano"... non dalla macchina... e uscirono pezzi leggendari...

scusate... forse sono io un (bel) po' all antica... ;-)
  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8203
  • Loc: Mantova
  • Status:
  • Thanks: 557  

08-11-18 15.40

steve ha scritto:
che bei tempi quando il metronomo era unicamente il batterista... cambi di tenpo... rallentamenti... accelerazioni


hai ragione, anche per noi dovrebbe essere così. Avevamo pensato infatti di mettere al batterista una cuffietta con la quale sente 5 secondi di click e poi parte da solo. Però abbiamo visto che se tutti hanno un click sotto, è meglio per tutti. Non essendo musicisti professionisti è bene fare un po' di pratica sul metromono perché ogni tanto si sentono di quelle accelerate nei nostri brani!!! emo

08-11-18 15.50

Suonare a click ha tantissimi vantaggi.... oltre alla "pulizia" generale (evitare rallentamenti e accelerazioni dovuti dal Pathos)... ti permette ad esempio di sovrapporre qualsiasi audio a qualsiasi video delle tue performance .... o "montare" multitraccia di Live differenti ... o sincronizzare la performance a da proiettare ... o lanciare (come nel mio caso) senza sequenze ma dal vivo arpeggiatori, delay, effetti voce .... etc etc etc.

Io voto per il Click. Al "Click" io dico SI !
  • raptus
  • Membro: Expert
  • Risp: 938
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 35  

08-11-18 15.56

@ ruggero
steve ha scritto:
che bei tempi quando il metronomo era unicamente il batterista... cambi di tenpo... rallentamenti... accelerazioni


hai ragione, anche per noi dovrebbe essere così. Avevamo pensato infatti di mettere al batterista una cuffietta con la quale sente 5 secondi di click e poi parte da solo. Però abbiamo visto che se tutti hanno un click sotto, è meglio per tutti. Non essendo musicisti professionisti è bene fare un po' di pratica sul metromono perché ogni tanto si sentono di quelle accelerate nei nostri brani!!! emo
Io credo che siano incompatibili due visioni della stessa cosa: la resa finale.
La corrente di pensiero più old style è quella di steve: l'importante è amalgamarsi e divertirsi, l'esito finale se un gruppo si diverte lo trasmette anche al pubblico per empatia --> implica evitare che ci siano caga-cazzi nel gruppo
La corrente più nuovo millennio è quella impacchettata: deve rendere come su disco (anche se non si è mai inciso un disco). Tutto preciso, perfetto, impacchettato. Divertimento confezionato. Pregio? Ti da una garanzia di riuscita del live in termini di arrivare dall'inizio alla fine.
Difetti? Ci si diverte col contagocce.
Come sempre sarebbe meglio una via di mezzo, avere un bravo batterista se serve, nessun cagacazzi e grande sintonia nel gruppo.
  • hrestov
  • Membro: Expert
  • Risp: 1640
  • Loc: Vicenza
  • Status:
  • Thanks: 131  

08-11-18 16.22

No, dai, siamo seri, ragioniamo un attimo.. un trio acustico con pianoforte-chitarra-voce con il click..? Non c'è proprio nessun vantaggio, è l'antimusica, come fare la carbonara con la panna..anzi peggio, la carbonara con la panna alla fine è buona. Come mettere la cioccolata nella pasta, che a meno che non sei un "pazzo" come orange difficilmente uno apprezzerebbe...
Per carità no click dai..

Il click ha senso solo se hai delle basi in sincrono da lanciare, per avere i sincrono nei video, ma per altri motivi no. Se la si vuole dare al batterista per andare a tempo meglio che quel batterista non suoni live perché non è pronto, stessa cosa dicasi per gli altri strumentisti, anche se quando manca la batteria è sempre meglio che uno strumento tra piano e chitarra faccia la parte ritmica.
Comunque a me non piacciono i gruppi acustici, e neanche I gruppi acustici con percussionista (a meno che non sia professionista), piuttosto potresti pensare a un semplice drum machine leggera per dare un Po di ritmo in alcuni pezzi.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15014
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1382  

08-11-18 17.01

hrestov ha scritto:
Comunque a me non piacciono i gruppi acustici, e neanche I gruppi acustici con percussionista (a meno che non sia professionista)

Estiqaatsi...?

Mi pare che Raptus qui chieda un consiglio tecnico per gestire un esigenza (dotarsi di un click programmabile per ciascun brano di una scaletta), non un tuo/nostro giudizio sulla sua formazione (o in generale su quel tipo di formazioni)... posso invece esser d'accordo con te (anzi lo sono) che suonare cn il click in quel contesto non sia una cosa molto sensata musicalmente parlando ed infatti glielo ho anche scritto, ma è una cosa diversa.
  • raptus
  • Membro: Expert
  • Risp: 938
  • Loc: Padova
  • Status:
  • Thanks: 35  

08-11-18 17.04

@ hrestov
No, dai, siamo seri, ragioniamo un attimo.. un trio acustico con pianoforte-chitarra-voce con il click..? Non c'è proprio nessun vantaggio, è l'antimusica, come fare la carbonara con la panna..anzi peggio, la carbonara con la panna alla fine è buona. Come mettere la cioccolata nella pasta, che a meno che non sei un "pazzo" come orange difficilmente uno apprezzerebbe...
Per carità no click dai..

Il click ha senso solo se hai delle basi in sincrono da lanciare, per avere i sincrono nei video, ma per altri motivi no. Se la si vuole dare al batterista per andare a tempo meglio che quel batterista non suoni live perché non è pronto, stessa cosa dicasi per gli altri strumentisti, anche se quando manca la batteria è sempre meglio che uno strumento tra piano e chitarra faccia la parte ritmica.
Comunque a me non piacciono i gruppi acustici, e neanche I gruppi acustici con percussionista (a meno che non sia professionista), piuttosto potresti pensare a un semplice drum machine leggera per dare un Po di ritmo in alcuni pezzi.
Fidati, c'ho pensato e pure provato (ho avuto per un breve periodo il Roland JD-XI e avevo pure creato alcune basi apposta appena siamo rimasti senza percussioni).
Nisba... Spero solo che sia una richiesta "temporanea" per provare....
Comunque, a parte la mia richiesta particolare, penso che questo topic sia interessante anche per capire come ci siano diverse soluzioni, ognuno poi trova la sua...
  • Osuna1
  • Membro: Guest
  • Risp: 51
  • Loc: Verona
  • Status:
  • Thanks: 4  

08-11-18 20.39

Se non avete necessità di variare la durata del pezzo, allora l’unica soluzione è preparare delle sequenze anche minime da mandare in cuffia al chitarrista. Puoi usare quello che vuoi, un IPad, uno smartphone...
Certo che dal vivo siete ingessati a seguire le basi che vi siete preparati....
  • berlex65
  • Membro: Expert
  • Risp: 2869
  • Loc: Siena
  • Status:
  • Thanks: 148