Concerto Pooh San Siro -suonano loro?

  • Marcher
  • Membro: Senior
  • Risp: 312
  • Loc: La Spezia
  • Status:
  • Thanks: 16  

12-02-18 17.08

@ marcoballa
---> segue


E' vero, i PU' non esistono più, e i veri PU' non esistono più da almeno una quindicina d'anni (e ora farebbero bene a evitare di abbattere la loro immagine, cosa che alcuni di loro attualmente stanno provando a fare in tutti i modi).
Ma quello che hanno fatto, sui dischi e sul palco, non si discute.

A partire da Battaglia (ascoltate in cuffia gli arrangiamenti di chitarra dei dischi dal '75 ai primi anni '90) che propone cose apparentemente semplici ma che nessun altro in Italia riesce a fare in modo altrettanto credibile e efficace in un genere pop/rock (che fortunatamente è anche stato attraversato da sprazzi prog/sinfonici).

Canzian ha sempre fatto il suo sporco lavoro. Mai una linea di basso scontata o banale (per intenderci, quelle che si sentono nei pezzi tipici italiani dagli anni '60 ad oggi). Non fa le mille note di John Myung? Ma meno male (almeno Canzian si sente quando suona emoemo).

Facchinetti, pianista classico che si è chiaramente lasciato un pò andare con gli anni. Ma a lui si deve la quasi totalità della "presa" emotiva dei pezzi dei PU' (sia per la musica che per la voce).
Certo, ora potrebbe dedicarsi alla stesura di qualche opera strumentale, invece di tentare di cantare qualsiasi cosa che non è più in grado di cantare...

D'Orazio, premio speciale della critica! Ha abbandonato da anni e non ha mai avuto alcuna intenzione di ripresentarsi a fare altro emo. Numero uno! Anche lui comunque qualche annetto fa diceva la sua. Sempre e solo rigorosamente in quattro quarti, ma qualche bel numero lo ha fatto anche lui, a partire dal PUNTO (suo primo gruppo prog in cui sentendolo suonare ricordava lo stile di Franz Di Cioccio e altri "picchiatori di classe" del genere).

Insomma, basta con 'sti PU' e coi giudizi dati guardando trasmissioni TV in cui editing e postproduzione spesso la fanno da padrone… avendo tutto il live in click, è chiaro (e normale) che in sede di produzione si prendano le tracce migliori - eh sì, nel DVD si vedono cose fatte da Battaglia che non corrispondono a quello che si sente... ma tant'è, io ero al concerto a San Siro e mi son sentito quello che stava facendo davvero. Errori compresi! Tiè emoemoemoemo.

Sì, ho visto più di qualche decina di loro concerti negli ultimi 30 anni, davanti, dietro e sopra il palco (ebbene sì, non vivo di soli Deep Purple emoemoemoemo ) e una vera e propria azienda/macchina da musica del genere in Italia non la si trova facilmente (infatti credo ci siano stati solo loro, in QUEL modo).
Credo che nessuno si azzarderà più a chiedere simili cose!!!!!!!emoemoemo
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 3029
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 173  

13-02-18 13.05

Alcune mie considerazioni:al di la' dei preconcetti e luoghi comuni,i Pu' sono stati una vera fabbrica di spettacolo musicale per tanti anni,ai tempi in italia nessuno cosi';erano 4 ottimi professionisti,facevano una musica tagliata per un certo target popolare,e la facevano bene.Tutti se salgono in 4 o 5 su un palco e devono riprodurre un certo impatto sonoro,usano soluzioni tecnologiche idonee,sequenze e tutto,tutti i grandi l'hanno fatto,i Queen ricampionavano in certi cori la voce di Freddy Mercury non so quante decine di volte,è storia,.I Pu' suonavano in parte dal vivo:io stesso ho assistito ad un live dove Dodi Battaglia (peraltro un grande chitarrista) usci' durante un solo completamente fuori tonalita':e non credo che si fosse preregistrato un errore cosi'! E poi dai:50 anni di carriera avranno anche usurato loro ed anche le orecchie di chi li ascoltava,ma erano bravi! Ricordo negli anni 70 un LP intitolato "Alessandra" dove nel loro genere sinfo-romantico-popolare-coristico-cuoreinfrantistico erano davvero bravi! Io li applaudo.Poi,tutto ha un fine.E meno male!emo
  • Arci66
  • Membro: Expert
  • Risp: 1754
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 61  

13-02-18 16.45

tsuki ha scritto:
genere sinfo-romantico-popolare-coristico-cuoreinfrantistico

Lo stesso genere del Claudione Baglioni, soprattutto la parte "cuoreinfrantistica"emoemo
  • ilay72
  • Membro: Guest
  • Risp: 101
  • Loc: Avellino
  • Status:
  • Thanks: 3  

14-02-18 00.24

direi che senza ombra di dubbio....dal punto di vista compositivo...ma anche con le voci...siano stati la migliore espressione della canzone italiana....
  • clouseau57
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9923
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 455  

14-02-18 12.35

Cuoreinfraintista....emo
Ma poi nella canzoni su cosa vertono i testi ?
Di amore , pace , liberta' , attualita , cazzeggio...in una parola...
Sempre le stesse tematiche.
Quello che fa' la differenza e' proprio la parte musicale , l'inventiva , la costruzione armonica.
Questo fortunatamente non accade solo nella struttura musicale del pezzo ma anche nella redazione del testo ed infine nell'incastro che ha con la trama musicale.
Visto che si siamo parliamo dei Pooh.
In Italia trane pochissime eccezioni nessuno ha saputo fare di meglio.
Si contano sulla punta delle dita i musicisti , cantautori , gruppi che sono riusciti a dare una consistenza tale alle loro canzoni da renderle strutturalmente " solide ".
Abbiamo avuto ed abbiamo pochi bravi cantautori ( veramente pochini per la verita' ) che scrivono testi eccellenti ma che offrono una trama musicale semplice , giusto per enunciare lo scritto , musicisti di spessore ancora di meno se escludiamo i pochi jazzisti che si sono dati all'arte circense...
Allora di cosa parliamo ?
Ricordo un concerto deo Pooh tenuto allo stadio S, Paolo a Napoli dal quale ritornai folgorato.
Cinque TIR dove campeggiava a caratteri cubitali la scritta " Pooh " nei quali doveva esserci il ben di Dio , poco mancava che avessero portato li' dentro anche lo stadio...emo
Parlo di piu' trent'anni fa' e gia' avevano un impianto audio spaventoso , una gestione del parco luci da favola e un' impatto musicale speciale ( con o senza sequenze ).Ma non era solo fumo , c'era anche l'arrosto .
Dietro tutta quest'organizzazione c'erano dei musicisti che sapevano suonare , capaci di coniugare la loro arte al business e lo hanno fatto bene.
Sarei curioso di conoscere il costo del biglietto in concerti di calibri esagerati come Taylor , Dylan e compagnia cantando...
Poi ci sono quelli che suonano con le orchestre per fare numero sul palco e pretendere cachet da favola o situazioni minimali dove esprimere in acustico ( leggi: pagando pochi musicisti ) tutte le genialate musicali che comunque si fanno pagare a peso d'oro perche' magari tra i musicisti c'e' il tal dei tali...
Diceva il grande Toto' : " E' la somma che fa' il totale " emo
Personalmente il totale che esprimeva questo gruppo italiano nazional popolare a me piaceva e piace tuttora , perdonatemi ma al fumo preferisco l'arrosto !
emo
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 3029
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 173  

14-02-18 13.51

E chi dice il contrario?? Tutt'altro! Bravi,professionali,buone doti artistiche,capaci di andare incontro al gusto del loro pubblico,e con un'organizzazione dello spettacolo veramente di tipo americano,forti... Il mio "cuorinfrantistico" era bonariamente rivolto ad individuare una tematica sentimentale molto precisa,fatta di melodie struggenti,a volte bellissime,associate a testi romantici all'eccesso,di cui io ho sempre riconosciuto la bellezza e la magia (chi non ha mai sognato per una ragazza dagli occhi verdi?),ma dei quali, essendo io un tipo' un po' piu' alla PFM con spunti Deep Purpleschi (all'epoca)ho sempre compreso la soggettivita' .
  • clouseau57
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9923
  • Loc: Napoli
  • Status:
  • Thanks: 455  

14-02-18 14.28

@ tsuki
E chi dice il contrario?? Tutt'altro! Bravi,professionali,buone doti artistiche,capaci di andare incontro al gusto del loro pubblico,e con un'organizzazione dello spettacolo veramente di tipo americano,forti... Il mio "cuorinfrantistico" era bonariamente rivolto ad individuare una tematica sentimentale molto precisa,fatta di melodie struggenti,a volte bellissime,associate a testi romantici all'eccesso,di cui io ho sempre riconosciuto la bellezza e la magia (chi non ha mai sognato per una ragazza dagli occhi verdi?),ma dei quali, essendo io un tipo' un po' piu' alla PFM con spunti Deep Purpleschi (all'epoca)ho sempre compreso la soggettivita' .
Tranquillo, non voleva essere una critica al tuo intervento, poi all’epoca seguivo anch’io altre cose emo
  • markelly2
  • Membro: Senior
  • Risp: 861
  • Loc:
  • Status:
  • Thanks: 25  

14-02-18 20.36

@ greg
In un periodo facevano quasi esclusivamente insopportabili mix......con l'album dove comincia il sole si erano abbondantemente ripresi. Io li ascoltai con Ferrone alla batteria che pero', senza giudicare bene o male, stravolse la ritmica storica di D'Orazio.
Comprai quel disco (Dove comincia il sole), rimasi molto impressionato dalla musica, davvero notevole. Ma i testi, OMG!!! credo che testi così scialbi non ne abbiano mai prodotti. Ho pensato: e farsi aiutare da qualche poeta/scrittore? Ne avrebbero giovato.
Ciò nonostante, massimo rispetto per dei grandi musicisti che hanno fatto la storia della musica italiana.
Tra l'altro, come ho già detto nell'apposito thread, Canzian a Sanremo ha portato un brano niente male.
  • giannirsc
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11485
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 661  

15-02-18 15.23

Il brano di Canzian è interessante e diventa ancor più bello notando che quel brano non avrebbe funzionato se cantato dai pooh..ha preso una strada tutta sua..al contrario di Facchinetti-Fogli.
  • greg
  • Membro: Expert
  • Risp: 2037
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 50  

15-02-18 21.30

@ giannirsc
Il brano di Canzian è interessante e diventa ancor più bello notando che quel brano non avrebbe funzionato se cantato dai pooh..ha preso una strada tutta sua..al contrario di Facchinetti-Fogli.
È un tipo di musica non originalissima. Lui aveva fatto uscire un album nel 1984, molto ritmato e con testi di autori come Paolo Conte.....mitica D'Artagnan