MicroKorg: il motivo di un successo

  • ruggero
  • Membro: Guru
  • Risp: 8086
  • Loc: Mantova
  • Status:
  • Thanks: 550  

16-05-18 09.46

Ciao
questo piccolo strumento, con pochi potenziometri, un sistema non proprio semplice ed immediato di programmazione a matrice, minitasti e 4 note di polifonia...
perché continua a tirare più di altri synth (X Station, Xiosynth, Micron...) con più polifonia, tasti a dimensione adeguata?
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 13348
  • Loc: Venezia
  • Status:
  • Thanks: 1623  

16-05-18 11.21

microKORG Classic è tutt'ora uno strumento interessante perché suona bene ed è versatile, nonostante le sue risicate 4 voci di polifonia. Se Korg si fosse sprecata a dargliene almeno il doppio, magari con poltimbricità a due Part, avrebbe fatto contenti migliaia di utilizzatori, me compreso.
L'interattività non è elevatissima, ma avere il controllo su almeno 4 parametri alla volta, più MW e PB è abbastanza.
Antipatica l'assenza di un ingresso per almeno un pedale di sustain e di espressione. Non avrebbe alzato tantissimo il prezzo finale, ma tant'è.
Di recente è uscita la versione S, che implementa altoparlanti interni e dei banchi User aggiuntivi. Nulla di veramente sostanziale, quando con il suo editor librarian a corredo è possibile rivoltare, a proprio piacimento, i banchi di memoria come un calzino.
microKORG è la versione leggermente scalata verso il basso di MS2000, Le patches sono perfettamente compatibili, solo lo step sequencer nel primo è più limitato e, se non ricordo male, anche le bande del vocoder.
Ritengo che microKORG sia paragonabile ad un coltellino svizzero, indispensabile un po' per tutto.
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9095
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 652  

16-05-18 19.41

1) Suona bene.
2) Di aspetto ricorda un Minimoog in miniatura.
3) È portatile e leggerissimo.
4) Fa anche da vocoder.
5) Costa un cacchio.

Insomma ha una ricetta vincente, non a caso ne hanno venduti come noccioline. Se solo avesse 8 note di polifonia... Le hanno fatte sull'XL, che però a mio parere non ha il fascino del Classic.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 1734
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 96  

17-05-18 12.31

Peccato per la tastiera mignon, ma evidentemente è un mio limite.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 6704
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 430  

17-05-18 13.51

@ giosanta
Peccato per la tastiera mignon, ma evidentemente è un mio limite.
in realtà i tasti mini esistono gia dagli anni 30/40 sui synth, i primi strumenti elettronici come les ondes martenot tutt ora hanno i tasti ridotti, e anche l'ondioline e la clavioline, si tratta solamente di farci l'abitudine.

comunque parlando di "suono" il motore della korg ms2000 è bellissimo, suono caldo e liquido, molto analogue come carattere, il radias invece che ha un evoluzione di quel motore diventato poi microkorg xl è piu moderno come suono, piu nitido e tagliente ma meno analogico come carattere, la stessa AL1 di kronos non suona cosi bene pur essendo infinitamente piu complessa.
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 2929
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 154  

17-05-18 14.32

Una volta ho letto un commento simpatico sul MK classic :"è un digitale,ma lui non lo sa e si crede un analogico..."emo
  • Synthex77
  • Membro: Senior
  • Risp: 882
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 16  

17-05-18 15.41

Perchè dentro c'è un ms2000, uno dei synth meglio riusciti della storia... Nonostante il limite delle 4 voci di polifonia...
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 6704
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 430  

17-05-18 16.00

@ Synthex77
Perchè dentro c'è un ms2000, uno dei synth meglio riusciti della storia... Nonostante il limite delle 4 voci di polifonia...
...e magari è proprio quello il punto!

cioe intendo che questo "limite" possa essere in realtà un punto di forza, perche secondo me oggi si punta sempre in ogni cosa piu sulla quantità che la qualità.

per assurdo io preferirei che se il dsp possa massimo gestire 4 voci, ne gestisca appunto 4 ma con la massima qualità possibile che ottimizzare gli algoritmi facendo si che diventino 8 oppure 16 ma peggiorando notevolmente il suono.