Alan Pearlman (fondatore ARP) ci ha lasciato

  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15403
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1420  

08-01-19 09.40

Un altro grande pioniere dei sintetizzatori ci lascia... R.I.P Alan Pearlman.

http://www.smstrumentimusicali.it/muore-alan-pearlman-fondatore-di-arp-e-genio-dei-synth/
  • mima85
  • Membro: Supporter
  • Risp: 9453
  • Loc: Como
  • Status:
  • Thanks: 692  

08-01-19 09.50

R.I.P. emo

Se non altro a 93 anni c'è arrivato, che già non è un traguardo da tutti. Peccato però per la malattia.

Per rendergli onore, qui si possono vedere e sentire un po' di macchine ARP all'opera. Certo, con la cosa che secondo me meno si addice ad un synth analogico (l'emulazione di strumenti acustici), però c'è da dire che il risultato finale è comunque degno di nota.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8671
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 551  

09-01-19 06.35

Arp 2600 è il synth piu bello probabilmente mai concepito in epoca analogica, era davvero un genio.

beh i suoni acustici nel video di quello strumento sono assurdi, altro che montage o kronos, come siamo potuti cadere cosi in basso mi chiedo, eh per forza, oggi prendono le lauree cani e porci, i synth li progettano una massa di idioti che vivono di happy hour, whatsapp, bella ziooo, oh fraaa....tutta gente cosi, anche all'estero, oramai il livello preparativo scolastico ha raggiunto valori imbarazzanti, e i risultati si vedono, un livello ingegneristico e creativo come quello che vi era tra gli anni 30/40 e 90 non lo raggiungeremo mai piu con un mondo cosi, e vale anche per l'arte (questi strumenti erano opere d'arte non semplici tool musicali)

andiamoci a gustare va le perle della nuova generazione di coveriste su you tube che suonano in mutande l'ennesima versione piano e voce di madworld o di qualche canzonaccia di adele o lana del rey, è quello che ci meritiamo alla fine.
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 1975
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 111  

09-01-19 10.39

orange1978 ha scritto:
Arp 2600 è il synth piu bello probabilmente mai concepito in epoca analogica, era davvero un genio.

Condivido integralmente.
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 225
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 24  

09-01-19 11.37

orange1978 ha scritto:
beh i suoni acustici nel video di quello strumento sono assurdi, altro che montage o kronos, come siamo potuti cadere cosi in basso mi chiedo, eh per forza, oggi prendono le lauree cani e porci, i synth li progettano una massa di idioti che vivono di happy hour, whatsapp, bella ziooo, oh fraaa....tutta gente cosi, anche all'estero, oramai il livello preparativo scolastico ha raggiunto valori imbarazzanti, e i risultati si vedono, un livello ingegneristico e creativo come quello che vi era tra gli anni 30/40 e 90 non lo raggiungeremo mai piu con un mondo cosi, e vale anche per l'arte (questi strumenti erano opere d'arte non semplici tool musicali)


mi sembra una posizione abbastanza qualunquista... al giorno d'oggi c'e' un assortimento infinito di sintetizzatori di ogni tipo, analogici, digitali, ibridi, software, modulari che 50 anni fa si sognavano... diciamo che forse c'e' anche troppa abbondanza... e quanto al livello tecnico al tempo lavoravano con componenti grandi un centimetro, oggi progettano transistor di 7 nanometri, ai confini dei limiti posti dalla fisica quantistica, e mandano sonde a miliardi di km dalla terra riuscendo ad intercettare corpi piccoli come asteroidi che viaggiano a 50 km al secondo... non scherziamo per favore, un livello tecnologico come quello che stiamo vivendo era semplicemente fantascienza 50 anni fa, il telefonino che hai in tasca e' migliaia di volte piu' potente del computer che ha guidato l'apollo sulla luna...

E per quanto riguarda il livello artistico su youtube, dipende tutto da chi segui, su yt c'e' di tutto, lezioni di fisica quantistica e ragazzini che urlano giocando a fortnite... io seguo diversi canali e vedo che c'e' moltissima creativita' e ragazzi in grado di creare musica elettronica validissima con praticamente qualunque cosa tocchino... e 50 anni fa era lo stesso, mica erano tutti geni o supermusicisti... sto "si stava meglio quando si stava peggio" ha sinceramente rotto i maroni, oltre ad essere falsissimo come concetto...
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 3750
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 272  

09-01-19 11.56

@ PandaR1
orange1978 ha scritto:
beh i suoni acustici nel video di quello strumento sono assurdi, altro che montage o kronos, come siamo potuti cadere cosi in basso mi chiedo, eh per forza, oggi prendono le lauree cani e porci, i synth li progettano una massa di idioti che vivono di happy hour, whatsapp, bella ziooo, oh fraaa....tutta gente cosi, anche all'estero, oramai il livello preparativo scolastico ha raggiunto valori imbarazzanti, e i risultati si vedono, un livello ingegneristico e creativo come quello che vi era tra gli anni 30/40 e 90 non lo raggiungeremo mai piu con un mondo cosi, e vale anche per l'arte (questi strumenti erano opere d'arte non semplici tool musicali)


mi sembra una posizione abbastanza qualunquista... al giorno d'oggi c'e' un assortimento infinito di sintetizzatori di ogni tipo, analogici, digitali, ibridi, software, modulari che 50 anni fa si sognavano... diciamo che forse c'e' anche troppa abbondanza... e quanto al livello tecnico al tempo lavoravano con componenti grandi un centimetro, oggi progettano transistor di 7 nanometri, ai confini dei limiti posti dalla fisica quantistica, e mandano sonde a miliardi di km dalla terra riuscendo ad intercettare corpi piccoli come asteroidi che viaggiano a 50 km al secondo... non scherziamo per favore, un livello tecnologico come quello che stiamo vivendo era semplicemente fantascienza 50 anni fa, il telefonino che hai in tasca e' migliaia di volte piu' potente del computer che ha guidato l'apollo sulla luna...

E per quanto riguarda il livello artistico su youtube, dipende tutto da chi segui, su yt c'e' di tutto, lezioni di fisica quantistica e ragazzini che urlano giocando a fortnite... io seguo diversi canali e vedo che c'e' moltissima creativita' e ragazzi in grado di creare musica elettronica validissima con praticamente qualunque cosa tocchino... e 50 anni fa era lo stesso, mica erano tutti geni o supermusicisti... sto "si stava meglio quando si stava peggio" ha sinceramente rotto i maroni, oltre ad essere falsissimo come concetto...
io condivido invece quello scritto da Orange, che come sempre va letto tra le righe emo

Quello che sostiene, è che con la tecnologia di oggi, gli strumenti dovrebbero essere più avanti di quello che sono; in realtà, i geni ci sono, i cervelli brillanti anche, ma negli strumenti si continuano a mettere i campioni di 20 anni fa. Nei tempi indicati da Orange, la tecnologia negli strumenti musicali era di frontiera: Laurens Hammond non riuscì a mettere più armoniche nel suo organo perchè non si potevano costruire ruote foniche più precise, Moog (e altri) costruivano i sintetizzatori con gli input che gli venivano dai musicisti, praticamente in tempo reale! Non appena si resero disponibili i transistor, vennero utilizzati negli strumenti musicali.
Sentite il growl del trombone sintetico nel solo di Take the A train: per farlo oggi ti dicono che servono 7Gb con 15 articolazioni. E tutto per farlo suonare finto comunque! emo
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 225
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 24  

09-01-19 12.04

@ zaphod
io condivido invece quello scritto da Orange, che come sempre va letto tra le righe emo

Quello che sostiene, è che con la tecnologia di oggi, gli strumenti dovrebbero essere più avanti di quello che sono; in realtà, i geni ci sono, i cervelli brillanti anche, ma negli strumenti si continuano a mettere i campioni di 20 anni fa. Nei tempi indicati da Orange, la tecnologia negli strumenti musicali era di frontiera: Laurens Hammond non riuscì a mettere più armoniche nel suo organo perchè non si potevano costruire ruote foniche più precise, Moog (e altri) costruivano i sintetizzatori con gli input che gli venivano dai musicisti, praticamente in tempo reale! Non appena si resero disponibili i transistor, vennero utilizzati negli strumenti musicali.
Sentite il growl del trombone sintetico nel solo di Take the A train: per farlo oggi ti dicono che servono 7Gb con 15 articolazioni. E tutto per farlo suonare finto comunque! emo
Guarda che ci sono decine di strumenti assolutamente innovativi, mica esistono solo le tastiere mainstream tipo montage & co... prendi i sintetizzatori della teenage engineering, sono completamente innovativi in termini di uso e modalita' operative, mica tutti sono fermi ai cloni minimoog per fortuna

Ad esempio guardati un po' di video di andrew huang su youtube, lui usa strumenti modulari e ogni genere di roba particolare, e riesce sempre a tirarci fuori roba interessante...
  • giosanta
  • Membro: Expert
  • Risp: 1975
  • Loc: Benevento
  • Status:
  • Thanks: 111  

09-01-19 14.10

Discorso ciclico.
Non sono gli strumenti in se, o meglio. non solo.
Il punto è che quando dietro un ARP 2600 (ad esempio) c'è tal Joe Zawinul, non c'è partita...
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 3750
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 272  

09-01-19 17.19

PandaR1 ha scritto:
Guarda che ci sono decine di strumenti assolutamente innovativi, mica esistono solo le tastiere mainstream tipo montage & co... prendi i sintetizzatori della teenage engineering, sono completamente innovativi in termini di uso e modalita' operative

si ma in quanti li usano? Io (e penso anche Orange) preferirei utilizzare uno strumento a tastiera, in modo da non dover imparare una tecnica ex-novo. Lo stesso Huang che citi (che io non conoscevo) più che un musicista pare essere il classico youtuber, con un'infarinatura di musica e ritmi, sicuramente molto portato per la tecnologia, ma ho visto un po' di suoi video e suona in veramente pochi. "Suona" inteso nel modo classico, eh...
Giriamo la domanda: quale strumento a tastiera oggi è veramente innovativo?
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 3079
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 180  

09-01-19 17.32

Io manco lo credevo possibile che con un analogico si potessero emulare suoni acustici con quella fedelta' ed espressivita'....filmato pazzesco,che dimostra il genio di chi creava quelle macchine ( e la maestria di quegli esecutori).
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 225
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 24  

09-01-19 18.04

zaphod ha scritto:
si ma in quanti li usano? Io (e penso anche Orange) preferirei utilizzare uno strumento a tastiera, in modo da non dover imparare una tecnica ex-novo. Lo stesso Huang che citi (che io non conoscevo) più che un musicista pare essere il classico youtuber, con un'infarinatura di musica e ritmi, sicuramente molto portato per la tecnologia, ma ho visto un po' di suoi video e suona in veramente pochi. "Suona" inteso nel modo classico, eh...
Giriamo la domanda: quale strumento a tastiera oggi è veramente innovativo?


comincio a non seguirti piu'... prima dici che non ci sono strumenti innovativi, ti faccio degli esempi di strumenti innovativi e di uno che li usa in modo innovativo e mi dici "eh ma non suona in modo classico" emoemoemo

a parte che per me quello che conta e' il risultato, e lui ottiene dei risultati molto musicali e interessanti a mio parere, e se non usa una tastiera ma sticazzi, se poi chi usa una tastiera alla fine e' noioso e convenzionale...

Comunque strumenti a tastiera innovativi direi tutti i vari strumenti a tono continuo come la seaboard e il continuum, ad esempio... poi 50 anni fa era semplice innovare, la musica elettronica era all'inizio, oggi si e' sentita praticamente ogni cosa piacevole all'orecchio umano e parecchie cose poco piacevoli, uscirsene con qualcosa di completamente nuovo non e' certo facile come allora...
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 3750
  • Loc: Savona
  • Status:
  • Thanks: 272  

09-01-19 18.30

@ PandaR1
zaphod ha scritto:
si ma in quanti li usano? Io (e penso anche Orange) preferirei utilizzare uno strumento a tastiera, in modo da non dover imparare una tecnica ex-novo. Lo stesso Huang che citi (che io non conoscevo) più che un musicista pare essere il classico youtuber, con un'infarinatura di musica e ritmi, sicuramente molto portato per la tecnologia, ma ho visto un po' di suoi video e suona in veramente pochi. "Suona" inteso nel modo classico, eh...
Giriamo la domanda: quale strumento a tastiera oggi è veramente innovativo?


comincio a non seguirti piu'... prima dici che non ci sono strumenti innovativi, ti faccio degli esempi di strumenti innovativi e di uno che li usa in modo innovativo e mi dici "eh ma non suona in modo classico" emoemoemo

a parte che per me quello che conta e' il risultato, e lui ottiene dei risultati molto musicali e interessanti a mio parere, e se non usa una tastiera ma sticazzi, se poi chi usa una tastiera alla fine e' noioso e convenzionale...

Comunque strumenti a tastiera innovativi direi tutti i vari strumenti a tono continuo come la seaboard e il continuum, ad esempio... poi 50 anni fa era semplice innovare, la musica elettronica era all'inizio, oggi si e' sentita praticamente ogni cosa piacevole all'orecchio umano e parecchie cose poco piacevoli, uscirsene con qualcosa di completamente nuovo non e' certo facile come allora...
ecco, bravo, la seabord penso anch'io sia una bella innovazione, permette infatti di raggiungere buoni livelli di espressività, e chiaramente anche il continuum. Poi, su quello che fa Huang abbiamo due punti di vista diversi, da quello che ho visto non lo trovo chissà che, ma forse l'innovazione di certi "strumenti" come i Teenage sta proprio nel permettere di creare qualcosa di musicale anche a chi non è propriamente un talento... un po' come certe app sui cellulari.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8671
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 551  

10-01-19 01.42

@ PandaR1
Guarda che ci sono decine di strumenti assolutamente innovativi, mica esistono solo le tastiere mainstream tipo montage & co... prendi i sintetizzatori della teenage engineering, sono completamente innovativi in termini di uso e modalita' operative, mica tutti sono fermi ai cloni minimoog per fortuna

Ad esempio guardati un po' di video di andrew huang su youtube, lui usa strumenti modulari e ogni genere di roba particolare, e riesce sempre a tirarci fuori roba interessante...
ahhaa gesu bambino....i teenage engineering innovativi? ....ma per cosa? per farci forse la chipmusic, ma su dai....non sono strumenti seri quelli.

se parliamo di giocattoli x dj, nerds o rappers va bene, ma non si puo paragonare un moog memorymoog o un arp 2600 ai teenage, ma sei serio?
questi sono strumenti veri da performance, che cavolo suoni con un op1, niente che poi non si possa fare cento volte meglio con un mac portatile anche mac book air e un programma come reason.
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 225
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 24  

10-01-19 09.12

orange1978 ha scritto:
ahhaa gesu bambino....i teenage engineering innovativi? ....ma per cosa? per farci forse la chipmusic, ma su dai....non sono strumenti seri quelli.

se parliamo di giocattoli x dj, nerds o rappers va bene, ma non si puo paragonare un moog memorymoog o un arp 2600 ai teenage, ma sei serio?
questi sono strumenti veri da performance, che cavolo suoni con un op1, niente che poi non si possa fare cento volte meglio con un mac portatile anche mac book air e un programma come reason.


Rotfl fa molto ridere perché mi immagino che sarebbe la stessa cosa che avrebbe detto tuo nonno di un minimoog "ma mica è uno strumento serio quello, comprati un violino!"
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 3079
  • Loc: Sassari
  • Status:
  • Thanks: 180  

10-01-19 09.30

Io penso che ci siano strumenti che magari fanno dei suoni adatti a certi generi,che so,magari suoni particolarmente acidi,oppure distorti,dove danno il meglio,ed altri che danno invece sonorita' armonicamente coerenti,piene,particolari che si possono adattare a qualsiasi genere e che si prestano ad un uso creativo legato all'estro dell'esecutore...Alcuni di questi strumenti entrano nella storia della musica moderna,vedi Moog ed affini,altri restano confinati ad un certo uso o genere....Quindi non parlerei di giocattoli e strumenti seri,parlerei di piu' di versatilita' e presenza sonora...In ambito elettronico.Lo strumento acustico è di per sé stesso un classico.
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 225
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 24  

10-01-19 10.04

tsuki ha scritto:
Io penso che ci siano strumenti che magari fanno dei suoni adatti a certi generi,che so,magari suoni particolarmente acidi,oppure distorti,dove danno il meglio,ed altri che danno invece sonorita' armonicamente coerenti,piene,particolari che si possono adattare a qualsiasi genere e che si prestano ad un uso creativo legato all'estro dell'esecutore...Alcuni di questi strumenti entrano nella storia della musica moderna,vedi Moog ed affini,altri restano confinati ad un certo uso o genere....Quindi non parlerei di giocattoli e strumenti seri,parlerei di piu' di versatilita' e presenza sonora...In ambito elettronico.Lo strumento acustico è di per sé stesso un classico.


Sono d'accordo... sarebbe duretta realizzare una traccia di musica elettronica con un trombone...

E quando si appiccicano etichette di "serieta'" bisogna stare molto attenti... nell'immagine profilo di orange vedo una chitarra elettrica... una volta, alla fine di un'intervista, l'intervistatrice chiese a segovia cosa ne pensasse della chitarra elettrica... e lui rispose che non era neanche uno strumento musicale, non era niente... quindi occhio quando pensate di suonare uno strumento "serio"

emo

A proposito dell'OP-1 della teenage engineering un fesso che non capisce niente di musica e synth scrive:

"It’s been a long time since I’ve seen something as interesting, flexible and creative as this. after my tour in sweden, the whole team came back-stage and we jammed together.
I chose this synth to show that any instrument, from no matter what time, can have a completely timeless value. I’m sure that musicians will still be using the OP-1 in 50 years."

  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8671
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 551  

10-01-19 12.27

@ PandaR1
tsuki ha scritto:
Io penso che ci siano strumenti che magari fanno dei suoni adatti a certi generi,che so,magari suoni particolarmente acidi,oppure distorti,dove danno il meglio,ed altri che danno invece sonorita' armonicamente coerenti,piene,particolari che si possono adattare a qualsiasi genere e che si prestano ad un uso creativo legato all'estro dell'esecutore...Alcuni di questi strumenti entrano nella storia della musica moderna,vedi Moog ed affini,altri restano confinati ad un certo uso o genere....Quindi non parlerei di giocattoli e strumenti seri,parlerei di piu' di versatilita' e presenza sonora...In ambito elettronico.Lo strumento acustico è di per sé stesso un classico.


Sono d'accordo... sarebbe duretta realizzare una traccia di musica elettronica con un trombone...

E quando si appiccicano etichette di "serieta'" bisogna stare molto attenti... nell'immagine profilo di orange vedo una chitarra elettrica... una volta, alla fine di un'intervista, l'intervistatrice chiese a segovia cosa ne pensasse della chitarra elettrica... e lui rispose che non era neanche uno strumento musicale, non era niente... quindi occhio quando pensate di suonare uno strumento "serio"

emo

A proposito dell'OP-1 della teenage engineering un fesso che non capisce niente di musica e synth scrive:

"It’s been a long time since I’ve seen something as interesting, flexible and creative as this. after my tour in sweden, the whole team came back-stage and we jammed together.
I chose this synth to show that any instrument, from no matter what time, can have a completely timeless value. I’m sure that musicians will still be using the OP-1 in 50 years."

considerare poco seria una chitarra elettrica rispetto a una classica é una posizione estrema e sbagliata sicuramente, cosi come considerare un minimoog poco serio.

ma non é applicabile al discorso OP1, consideriamo che il model d é tutt ora il synth piu clonato del mondo e un punto di riferimento ANCHE come interfaccia utente vedi Sledge, Se1x, Se2x, creamware minimax, behringer model d....senza contare il mondo vst, quanti hanno cercato di clonarlo da steinberg ad arturia a native instruments?

insomma il minimoog é tutt oggi un classico che tutti vogliono imitare....e sono passati quasi 50 anni dalla sua nascita!
....e tu credi che a parte qualche nerd, tra 50 anni qualcuno si ricorderá ancora del teenage engineering? ahahhahahahahhahaah.....con il compressore a forma di pugile che da il punch alle tracce ma dai....ma che é la barzelletta del giovedi?

il minimoog é uno strumento musicale, che si SUONA con le mani e con il cuore oltre che con il midi (se midizzato), op1 non é uno strumento che si suona, é un tool musicale, un gadget costoso per bimbiminkia ricchi, poi certo ci si puo fare ottima musica ma quella la puoi fare anche con lo speak and spell circuit bended se sei bravo, ma non si possono paragonare la grandezza musicale e storica di un arp2600 o di un minimoog con un coso che nemmeno ha una tastiera suonabile nel senso lato del termine, ci sono insomma strumenti innovativi destinati a entrare nella storia proprio perche sono strumenti veri come il violino o il corno francese (minimoog....ondes martenot....yamaha dx7.....) altri che sono trovate commerciali figlie dei loro tempi, vedi tb303 o op1....ma NESSUNO nemmeno i loro user piu accaniti se ha un briciolo di sale in zucca farebbe simili paragoni.
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8671
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 551  

10-01-19 12.48

@ PandaR1
orange1978 ha scritto:
beh i suoni acustici nel video di quello strumento sono assurdi, altro che montage o kronos, come siamo potuti cadere cosi in basso mi chiedo, eh per forza, oggi prendono le lauree cani e porci, i synth li progettano una massa di idioti che vivono di happy hour, whatsapp, bella ziooo, oh fraaa....tutta gente cosi, anche all'estero, oramai il livello preparativo scolastico ha raggiunto valori imbarazzanti, e i risultati si vedono, un livello ingegneristico e creativo come quello che vi era tra gli anni 30/40 e 90 non lo raggiungeremo mai piu con un mondo cosi, e vale anche per l'arte (questi strumenti erano opere d'arte non semplici tool musicali)


mi sembra una posizione abbastanza qualunquista... al giorno d'oggi c'e' un assortimento infinito di sintetizzatori di ogni tipo, analogici, digitali, ibridi, software, modulari che 50 anni fa si sognavano... diciamo che forse c'e' anche troppa abbondanza... e quanto al livello tecnico al tempo lavoravano con componenti grandi un centimetro, oggi progettano transistor di 7 nanometri, ai confini dei limiti posti dalla fisica quantistica, e mandano sonde a miliardi di km dalla terra riuscendo ad intercettare corpi piccoli come asteroidi che viaggiano a 50 km al secondo... non scherziamo per favore, un livello tecnologico come quello che stiamo vivendo era semplicemente fantascienza 50 anni fa, il telefonino che hai in tasca e' migliaia di volte piu' potente del computer che ha guidato l'apollo sulla luna...

E per quanto riguarda il livello artistico su youtube, dipende tutto da chi segui, su yt c'e' di tutto, lezioni di fisica quantistica e ragazzini che urlano giocando a fortnite... io seguo diversi canali e vedo che c'e' moltissima creativita' e ragazzi in grado di creare musica elettronica validissima con praticamente qualunque cosa tocchino... e 50 anni fa era lo stesso, mica erano tutti geni o supermusicisti... sto "si stava meglio quando si stava peggio" ha sinceramente rotto i maroni, oltre ad essere falsissimo come concetto...
impossibile leggere senza farsi due risate.

come disse il buon anumj oggi ci sono si cento synth in piu rispetto a un tempo...pero quasi nessuno puo competere con quei vecchi carcassoni in termini sonori, io poi non la vedo cosi estrema come lui, ma la veritá é molto vicina a quella.

quindi tutta sta tecnologia dove sta??? ahahhahahah la luna le sonde ahahahha ma che diciiii....si vero se paragoniamo la voyager a una sonda moderna chiaramente la moderna é superiore *ma anche piu vulnerabile....*

pero sui synth mi spiace ma non funziona cosi, trovami oggi uno strumento paragonabile come SUONO e presenza a un arp 2500 o a un synthi 300 oppure a un semplice cs80....non esiste.

per quanto io abbia la casa piena di analogici, per quanto io adoro il mio prophet 6 e amo alla follia il mio voyager xl che secondo me compete benissimo con il vecchio model d che possiedo, cioe gli strumenti belli ci sono anche oggi, ma dopo 50 anni seguendo la tua logica uno strumento dovrebbe appunto costare 1000 euro ed essere 10 volte piu potente e bello di un arp 2500....e invece no, la maggior parte dei nuovi non regge il confronto con i vecchi.

la tecnologia digitale ha fatto progressi quello si, come dici tu il telefonino, ma nel campo pro audio analogico siamo andati indietro di brutto.

qual é il compressore analogico piu bello e versatile? sono due....teletronix la2a e urei 1176...entrambi fine anni sessanta!!!! non esiste NIENTEEEEEEE oggi nuovo che non sia un loro clone che su voce, chitarre elettriche, basso e batteria suoni meglio.
esiste ALTEC AR1....1962....tié....

se ne potrebbero fare a decine di esempi cosi, sopratutto per chitarre e bassi, amplificatori, microfoni (il miglior microfono per la voce é uscito nel 1936 e lo usava hitler....ancora oggi la capsula m7 da cui é derivato nel 1948 il famoso u47 é tutt ora il piu usato insieme al c12 del 1952....i migliori nuovi sono tutti cloni di questi!!!!)

quindi per me la tecnologia é andata avanti per modo di dire, stiamo regredendo....altro che andare sulla luna, forse se ti ammali é meglio essere nel 2019 che nel 1978 ma se devi suonare il sintetizzatore o registrare direi proprio no!

(o forse la tecnologia ci sarebbe e si é persa la capacita...o forse ci sono entrambe ma non conviene piu fare strumenti cosi belli perche non sarebbero vendibili...o forse i componenti moderni non suonano bene come i vecchi che infrangevano ogni norma di inquinamento pero suonavano bene, forse per suonare bene bisogna inquinare il pianeta, boh)
  • orange1978
  • Membro: Guru
  • Risp: 8671
  • Loc: Milano
  • Status:
  • Thanks: 551  

10-01-19 13.31

bisognerebbe anche ricordare una cosa...

un tempo c'erano menti incredibili, ingegneri visionari e dotati, in grado di vedere oltre e in anticipo sui tempi....

Maurice Martenot
Lev Theremin
Robert Moog
Buchla
Alan Pearlman
Zinovieff
Dave Smith
Tom Oberheim

.....oggi a parte quel vecchietto di San Francisco, chi é che cé che potrebbe essere paragonabile a questi nomi?

tutti gli ingegneri del sol levante sono bravi con i numeri, bravi a ingegnerizzare, copiare...ma cosa hanno inventato? niente, sempre e solo copiato e migliorato nei costi ma l'innovazione era occidentale da sempre, cosa hanno inventato questi nomi che ho elencato? praticamente tutto compreso il midi!

io quando vedo i nuovi pseudoingegneri progettare i moduli eurorack saró forse prevenuto ma solo dal look la magggior parte di loro mi sa di un grande bluff, non so dirvi il perche.
  • PandaR1
  • Membro: Senior
  • Risp: 225
  • Loc: Genova
  • Status:
  • Thanks: 24  

10-01-19 14.05

@ orange1978
impossibile leggere senza farsi due risate.

come disse il buon anumj oggi ci sono si cento synth in piu rispetto a un tempo...pero quasi nessuno puo competere con quei vecchi carcassoni in termini sonori, io poi non la vedo cosi estrema come lui, ma la veritá é molto vicina a quella.

quindi tutta sta tecnologia dove sta??? ahahhahahah la luna le sonde ahahahha ma che diciiii....si vero se paragoniamo la voyager a una sonda moderna chiaramente la moderna é superiore *ma anche piu vulnerabile....*

pero sui synth mi spiace ma non funziona cosi, trovami oggi uno strumento paragonabile come SUONO e presenza a un arp 2500 o a un synthi 300 oppure a un semplice cs80....non esiste.

per quanto io abbia la casa piena di analogici, per quanto io adoro il mio prophet 6 e amo alla follia il mio voyager xl che secondo me compete benissimo con il vecchio model d che possiedo, cioe gli strumenti belli ci sono anche oggi, ma dopo 50 anni seguendo la tua logica uno strumento dovrebbe appunto costare 1000 euro ed essere 10 volte piu potente e bello di un arp 2500....e invece no, la maggior parte dei nuovi non regge il confronto con i vecchi.

la tecnologia digitale ha fatto progressi quello si, come dici tu il telefonino, ma nel campo pro audio analogico siamo andati indietro di brutto.

qual é il compressore analogico piu bello e versatile? sono due....teletronix la2a e urei 1176...entrambi fine anni sessanta!!!! non esiste NIENTEEEEEEE oggi nuovo che non sia un loro clone che su voce, chitarre elettriche, basso e batteria suoni meglio.
esiste ALTEC AR1....1962....tié....

se ne potrebbero fare a decine di esempi cosi, sopratutto per chitarre e bassi, amplificatori, microfoni (il miglior microfono per la voce é uscito nel 1936 e lo usava hitler....ancora oggi la capsula m7 da cui é derivato nel 1948 il famoso u47 é tutt ora il piu usato insieme al c12 del 1952....i migliori nuovi sono tutti cloni di questi!!!!)

quindi per me la tecnologia é andata avanti per modo di dire, stiamo regredendo....altro che andare sulla luna, forse se ti ammali é meglio essere nel 2019 che nel 1978 ma se devi suonare il sintetizzatore o registrare direi proprio no!

(o forse la tecnologia ci sarebbe e si é persa la capacita...o forse ci sono entrambe ma non conviene piu fare strumenti cosi belli perche non sarebbero vendibili...o forse i componenti moderni non suonano bene come i vecchi che infrangevano ogni norma di inquinamento pero suonavano bene, forse per suonare bene bisogna inquinare il pianeta, boh)
Il mercato va dove c'e' richiesta, per un certo periodo c'era richiesta per i synth digitali tipo d50 e il mercato ha sfornato quelli, oggi tutti vogliono gli analogici e il mercato sforna quelli... ma a lato dei grossi numeri e specie guardando nel campo modulare/eurorack ci sono decine di moduli esoterici e interessanti che fanno cose che i vecchi modulari non facevano o facevano con molta piu' difficolta' e macchinosita'...

Poi che niente suoni come i vecchi analogici e' una tua opinione, io sono convinto che in un confronto cieco sarebbe veramente dura per chiunque riconoscere un vero analogico da un'emulazione fatta bene come ad esempio diva, e praticamente impossibile una volta inserito il suono in un mix, cosi' come sono convinto che sarebbe durissima riconoscere uno steinway D da uno steinway uscito dai migliori software in circolazione, se ti fanno sentire solo la registrazione... poi al solito fa molto figo dire "eh ma io figurati li riconosco pure dopo che sono passati entrambi da un bitcrusher settato a 4 bit", ma come ha dimostrato il test postato qualche tempo fa su compresso vs non compresso la verita' spesso e' molto diversa