...e pure lui, Enrico Ciacci!

  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 7392
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 624  

13-03-18 22.02

L'ho appreso da poco, se n'è andato il mitico Enrico Ciacci.
Ok, non stava bene da un po', era sulla sedia a rotelle ma anche così andava a suonare.

Chi era?
Il riferimento facile è col fratello, Antonio Ciacci, in arte Little Tony, professionalmente è il padre della chitarra elettrica in Italia.
  • vin_roma
  • Membro: Guru
  • Risp: 7392
  • Loc: Roma
  • Status:
  • Thanks: 624  

13-03-18 23.38

Per i più giovani e con i parametri di oggi, dove tutti "scimmiottano" qualcosa facilmente, potrà essere difficile comprendere l'apporto di questo calibro di personaggi.

Ho frequentato la loro famiglia, ho partecipato a diversi loro dischi, con Enrico ho fatto diverse cose.
Little Tony ok, è storia...
Enrico era certamente l'anima "americana" del fratello Tony.
Erano tre fratelli che nel 1958, giovanissimi, partirono per l'Inghilterra. Diventarono star nella TV inglese, davvero, Little Tony deriva da quel periodo.
Enrico tornò con la Telecaster e con tanta esperienza musicale "nuova" da quel mondo così lontano dall'Italia.
Una volta tornato, e insieme al fratello, colorarono alcuni dei momenti più caratteristici del costume italiano durante gli anni del boom economico con canzoni, film, fotoromanzi.... erano bei tempi, sereni, e sentirli raccontare di queste cose e di tutte le esperienze fatte in giro per il mondo con i migliori musiciste del tempo sembrava fantascienza.
Il suono di Enrico, il suo rock and roll sviluppato in inghilterra e USA, divenne un punto di riferimento da noi.
Non fece solo questo, divenne anche un turnista ricercatissimo e gran parte delle canzoni di allora avevano il suo suono e non solo ...anche Ennio Morricone si accorse di lui e usò il suo suono per cose come questa: (a ciraca 1',00") che potrà sembrare banale ma per l'epoca non lo era affatto.

Lo conoscevo da tantissimi anni e le prime volte che mi trovavo in sala con lui rimanevo stupito dalla sua precisione, dal non sbagliare mai, sapeva sempre quello che era giusto fare, per ogni pennata, accordo, solo, non potevo dire altro che la fatidica frase: "è un disco!", anche se cazzasreggiava sul divano dello studio sembrava di ascoltare un'incisione lavorata con la massima perizia.

...con oggi si è messo fine ad un'altra pagina della storia musicale italiana.

Ciao Enrico.
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 15207
  • Loc: Torino
  • Status:
  • Thanks: 1402  

14-03-18 06.50

R.I.P Enrico...

@Vin: non sapevo ci fosse lui dietro quei riff di chitarra del brano di Morricone (e di sicuro ha fatto molto di piú, oltre ad essere stato come tu dici la vera e propria "anima rock" dietro la musica del suo piú noto fratello)

(qui una sua versione di Bang Bang, che ho trovato stamattna ed ascoltato in sua memoria )
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 3499
  • Loc: Ravenna
  • Status:
  • Thanks: 122  

14-03-18 07.35

Anche lui è uno degli artisti che non ho mai messo bene a fuoco seppure ne conoscessi l'esistenza per via del famoso fratello. Purtroppo come per i pittori, ce ne ricordiamo solo ora che non c'è più e la prima cosa che mi viene da pensare e mi rattrista, è che si sta inesorabilmente, e ovviamente, cancellando la società a cui mi riferivo nella mia infanzia.