Numa compact 2


17-05-17 13.42
  • lucabbrasi
  • Membro: Expert
  • Risp: 3802
  • Loc: Firenze
  • Status: -
  • Thanks: 210  
@ zerinovic
Per la mia evoluzione di pigiatasti...mi ritrovo bene nella logica attuale di studiologic( semplice,essenziale,preimpostabile)

Ho avuto tastiere con un mare di knob e fader, 61 tasti...ma alla fine sono cose che specialmente dal vivo non mi servono, e mi sono ritrovato molto bene con la Numa compact. Che é spartana al massimo, ma comunque non ha carenze tipo midi out classico o gli manca l'expression....con questa nuova compact ho trovato tutto quello che mancava.
d'accordissimo!
17-05-17 14.05
  • igiardinidimarzo
  • Membro: Expert
  • Risp: 5626
  • Loc: Palermo
  • Status: -
  • Thanks: 110  
@ valenciano
Ho un amico che e' interessato a questo prodotto, per via del prezzo e della portatilita'.
Ne farebbe un uso prettamente amatoriale, orientato piu' su suoni di organo (senza pretese di emulazione), e sostituirebbe la sua DGX, oramai datata e stanca.

Qualcuno saprebbe dirmi come suoni come si colloca, ed eventualmente nella stessa fascia di prezzo se ci sono prodotti con caratteristiche simili (di altre marche) per un confronto?.

Grazie forum !...
qui la danno disponibile in 5-10 giorni...
17-05-17 14.32
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1085
  • Loc: Torino
  • Status: -
  • Thanks: 11  
@ igiardinidimarzo
qui la danno disponibile in 5-10 giorni...
Ciao amico Garden !... emo

Grazie per la segnalazione, ma aspetto che arrivi in zona (spero) perche' il mio amico vorrebbe provarla...

emo
17-05-17 16.11
  • ADELO69
  • Membro: Expert
  • Risp: 1355
  • Loc: Latina
  • Status: -
  • Thanks: 58  
Qui la dà proprio disponibile (ma ti chiede 50 euro in più emo)
disponibile
emo
17-05-17 16.30
  • hrestov
  • Membro: Expert
  • Risp: 1160
  • Loc: Vicenza
  • Status: -
  • Thanks: 79  
@ valenciano
Ciao amico Garden !... emo

Grazie per la segnalazione, ma aspetto che arrivi in zona (spero) perche' il mio amico vorrebbe provarla...

emo
Penso non sia facile provarla di persona, perché difficilmente ho visto studiogic nei negozi, w sempre più difficilmente si troverà un entrò level come la compact.
17-05-17 17.08
  • ADELO69
  • Membro: Expert
  • Risp: 1355
  • Loc: Latina
  • Status: -
  • Thanks: 58  
@ hrestov
Penso non sia facile provarla di persona, perché difficilmente ho visto studiogic nei negozi, w sempre più difficilmente si troverà un entrò level come la compact.
No. Questo non è vero. A Roma in un noto negozio, le Studiologic le trovo sempre tutte. Ora ad esempio ha la sl studio88.
Quindi si trovano, dai emo
emo
17-05-17 23.52
  • rdanl80
  • Membro: Senior
  • Risp: 562
  • Loc: Bologna
  • Status: -
  • Thanks: 43  
@ zerinovic
Per la mia evoluzione di pigiatasti...mi ritrovo bene nella logica attuale di studiologic( semplice,essenziale,preimpostabile)

Ho avuto tastiere con un mare di knob e fader, 61 tasti...ma alla fine sono cose che specialmente dal vivo non mi servono, e mi sono ritrovato molto bene con la Numa compact. Che é spartana al massimo, ma comunque non ha carenze tipo midi out classico o gli manca l'expression....con questa nuova compact ho trovato tutto quello che mancava.
Mah su una 61 tasti i fader sono indispensabili per l hammond e un minimo di knob per regolare frequenza e risonanza del filtro più un eq e magari le mandate degli effetti. ( sarà che sono viziato dalle rosse Nord ma mi sembrerebbe ottimale) vero anche che se ci suono solo piani acustici ed elettrici e qualche pad-orchestrale va pure bene senza controllers , ma se devo usare un synth ed un hammond i controlli diventano almeno per il mio modo di suonare fondamentali ( i drawbars almeno per l'organo). Non conto il numero di volte in cui arrivato in sala prove il fantastico suono programmato a casa aveva qualche cosa che non andava ( anche solo un eq sbagliato ed avere controller con cui settarlo al volo fa risparmiare tanto tempo)
18-05-17 07.42
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1085
  • Loc: Torino
  • Status: -
  • Thanks: 11  
@ rdanl80
Mah su una 61 tasti i fader sono indispensabili per l hammond e un minimo di knob per regolare frequenza e risonanza del filtro più un eq e magari le mandate degli effetti. ( sarà che sono viziato dalle rosse Nord ma mi sembrerebbe ottimale) vero anche che se ci suono solo piani acustici ed elettrici e qualche pad-orchestrale va pure bene senza controllers , ma se devo usare un synth ed un hammond i controlli diventano almeno per il mio modo di suonare fondamentali ( i drawbars almeno per l'organo). Non conto il numero di volte in cui arrivato in sala prove il fantastico suono programmato a casa aveva qualche cosa che non andava ( anche solo un eq sbagliato ed avere controller con cui settarlo al volo fa risparmiare tanto tempo)
E' uno strumento di poche pretese per chi vuole qualcosa di compatto "accendi e suona" da portare in situazioni quasi occasionali (suonare con amici, fare cose per hobby in sala ecc), spendendo poco.
In spazi e pesi ridotti, offre i suoni essenziali per quelle situazioni (forse qualcosa di piu'), ma se la si vuole usare per situazioni piu' impegnative, bisogna accettarla cosi' com'e' oppure cambiare budget e andare su altro (nuovo o usato che sia).

18-05-17 07.50
  • rdanl80
  • Membro: Senior
  • Risp: 562
  • Loc: Bologna
  • Status: -
  • Thanks: 43  
@ valenciano
E' uno strumento di poche pretese per chi vuole qualcosa di compatto "accendi e suona" da portare in situazioni quasi occasionali (suonare con amici, fare cose per hobby in sala ecc), spendendo poco.
In spazi e pesi ridotti, offre i suoni essenziali per quelle situazioni (forse qualcosa di piu'), ma se la si vuole usare per situazioni piu' impegnative, bisogna accettarla cosi' com'e' oppure cambiare budget e andare su altro (nuovo o usato che sia).

Ne sono consapevole. Si stava andando un po off topic emo pensando : cosa succederebbe se facessero una master più piccola e con più controlli. emo
18-05-17 07.57
  • lucabbrasi
  • Membro: Expert
  • Risp: 3802
  • Loc: Firenze
  • Status: -
  • Thanks: 210  
@ rdanl80
Ne sono consapevole. Si stava andando un po off topic emo pensando : cosa succederebbe se facessero una master più piccola e con più controlli. emo
per me è ideale, al momento. Pagata pochissimo, la utilizzo per serate "unplugged" (e i suoni a bordo di piano, rhodes e hammond sono efficaci), mentre quando posso suonare elettrico la metto come controller midi della workstation.
Il peso inesistente, la struttura comunque solida in alluminio sono un toccasana per le mie giunture...alla semipesata mi sono adattato benissimo, meglio di quando avevo l'M Audio prokeys o il celebre Piaggero...
18-05-17 07.58
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12598
  • Loc: Torino
  • Status: -
  • Thanks: 1099  
@ rdanl80
Ne sono consapevole. Si stava andando un po off topic emo pensando : cosa succederebbe se facessero una master più piccola e con più controlli. emo
[OT]Non sarebbe male, ma credo (interpretando) che essendo il campo delle master 61/49 molto piú affollato e competitivo come prezzi (verso il basso) la Fatar/Studiologic preferisca fornire solo i keybed piuttosto che impegnarsi nel proporre un prodotto proprio.

Peró una master monomanuale con una tastiera waterfall TP8O, con Aftertouch ed un bel set di controlli la vedrei bene anche io emo
[/OT]
18-05-17 08.01
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2795
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
  • Thanks: 83  
@ rdanl80
Mah su una 61 tasti i fader sono indispensabili per l hammond e un minimo di knob per regolare frequenza e risonanza del filtro più un eq e magari le mandate degli effetti. ( sarà che sono viziato dalle rosse Nord ma mi sembrerebbe ottimale) vero anche che se ci suono solo piani acustici ed elettrici e qualche pad-orchestrale va pure bene senza controllers , ma se devo usare un synth ed un hammond i controlli diventano almeno per il mio modo di suonare fondamentali ( i drawbars almeno per l'organo). Non conto il numero di volte in cui arrivato in sala prove il fantastico suono programmato a casa aveva qualche cosa che non andava ( anche solo un eq sbagliato ed avere controller con cui settarlo al volo fa risparmiare tanto tempo)
A parte i drawbars non manca nulla...hai dei knob dedicati alla mandata effetti, un knob per dare compressione e st.eng.al suono. Uno per gli alti uno per i bassi...se vuoi aprire un filtro puoi impostare il joystick. Poi ce anche l'aftertouch,E poi altro preset altra storia...é un ottima base per tutto, se sei un hammondista ci puoi sempre attaccare un expander Roland...
18-05-17 08.04
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1085
  • Loc: Torino
  • Status: -
  • Thanks: 11  
@ rdanl80
Ne sono consapevole. Si stava andando un po off topic emo pensando : cosa succederebbe se facessero una master più piccola e con più controlli. emo
che costerebbe di piu', ed andrebbe a collocarsi vicina ad altri prodotti..emo
18-05-17 09.52
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2795
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
  • Thanks: 83  
lucabbrasi ha scritto:
la struttura comunque solida

Ah per quello é solida....ciò trovato in piedi sulla tastiera mio figlio, emo che é una peste....emo...ma non ha battuto ciglio, tasti sempre perfettamente allineati,nessun gioco, dinamica sempre perfetta.
18-05-17 18.56
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2795
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
  • Thanks: 83  
Due parole bisogna spenderle anche su quello che si lascia andando dal vecchio al nuovo modello,gli faccio le pulci..:


Si perde il knob dedicato al cc7 volume midi. Utile se lavori con una workstation per attivare/miscelare alcune parti diverse dall'expression.adesso c'è una sezione mixer,piu completa ma meno agevole.d'altronde...vengono raddoppiati i preset in memoria.
Per passare da un preset all'altro non c'è piu il tasto ma la rotella, meno sicura,forse, bisognerebbe sentirne la consistenza,puoi passare facilmente al preset dopo, inoltre la leggibilità rispetto ad i led rossi sul palco con le luci piu o meno addosso rendono piu difficoltosa la visibilità,
Si perdono le rotellone..che rispetto ai piccoli joystick offrono una presa piu sicura.anche se con il joystick abbiamo una fonte di modulazione in piu.
18-05-17 22.26
  • rdanl80
  • Membro: Senior
  • Risp: 562
  • Loc: Bologna
  • Status: -
  • Thanks: 43  
@ valenciano
che costerebbe di piu', ed andrebbe a collocarsi vicina ad altri prodotti..emo
Si ma la concorrenza fa emoemo sulle keybed ( vedi mio recente thread) . È pur vero che maggiore qualità non sempre è sinonimo di successo ma perché no? Non esiste una master con la tp9 61 tasti in giro ed è una keybed molto buona. Mi pare la versione a 61 sia nello sledge black edition. Comunque anche sto compact sarebbe interessante se non fosse che mia moglie mi ha minacciato di divorzio se prendo un altra tastiera senza prima vendere una di quelle che già posseggo ( e non lo farei fino a quando non marciscono emo) . Anche se sarei molto indeciso tra questo e una sl88 studio( che però non ha suoni o sbaglio?).... però per una master con questa tastiera a 61 tasti fatta come si deve rivenderei subito la novation remote.
18-05-17 23.05
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2795
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
  • Thanks: 83  
@ rdanl80
Si ma la concorrenza fa emoemo sulle keybed ( vedi mio recente thread) . È pur vero che maggiore qualità non sempre è sinonimo di successo ma perché no? Non esiste una master con la tp9 61 tasti in giro ed è una keybed molto buona. Mi pare la versione a 61 sia nello sledge black edition. Comunque anche sto compact sarebbe interessante se non fosse che mia moglie mi ha minacciato di divorzio se prendo un altra tastiera senza prima vendere una di quelle che già posseggo ( e non lo farei fino a quando non marciscono emo) . Anche se sarei molto indeciso tra questo e una sl88 studio( che però non ha suoni o sbaglio?).... però per una master con questa tastiera a 61 tasti fatta come si deve rivenderei subito la novation remote.
La sl 88 non ha suoni, hai 4 zone.hai la keybed pesata.(tp 100lr a tre contatti)

La compact a 2 zone per i suoni interni e 2 midi.
Ognuna di queste zone puoi disporla come upper o lower o a tutto range.
C'è un unico split Point programmabile per ogni setup.
19-05-17 08.40
  • Bollani73
  • Membro: Guest
  • Risp: 100
  • Loc: Chieti
  • Status: -
  • Thanks: 18  
Ciao, a chi fosse sfuggito ecco una presentazione della Numa Compact 2 con Gianni Giudici

Parte 1

Parte 2

Parte 3

Ciao emo
20-05-17 00.47
  • Bollani73
  • Membro: Guest
  • Risp: 100
  • Loc: Chieti
  • Status: -
  • Thanks: 18  
Un'altra "infornata" fresca fresca di oggi emoemo
20-05-17 06.33
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2795
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
  • Thanks: 83  
Vanno via come il pane...emo