Personalizzare un Synth/Workstation


30-08-17 23.24
  • maxtub
  • Membro: Expert
  • Risp: 4222
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 301  
Vorrei fare un sondaggio su come personalizzate le vostre tastiere.
Tenete tutti i preset originali e utilizzate solo le memorie user per caricare altre librerie e per i vostri suoni personali? e se lo spazio non basta? (anche chi ha molto spazio, caricando tante librerie, potrebbe finire...)
Oppure eliminate tutti i preset inutilizzabili riorganizzando completamente i suoni interni, magari dividendoli per categorie e liberate spazio per eventuali librerie/ suoni personali?
Oppure tenete su chiavetta dei banchi da caricare all'occorrenza quando cercate un suono?
Oppure eliminate tutti i suoni interni e caricate solo quelli che, scorrendo le varie librerie, valutate essere i migliori per le vostre esigenze?
Oppure?
30-08-17 23.52
  • sterky
  • Membro: Expert
  • Risp: 3647
  • Loc: Trento
  • Status: -
  • Thanks: 148  
@ maxtub
Vorrei fare un sondaggio su come personalizzate le vostre tastiere.
Tenete tutti i preset originali e utilizzate solo le memorie user per caricare altre librerie e per i vostri suoni personali? e se lo spazio non basta? (anche chi ha molto spazio, caricando tante librerie, potrebbe finire...)
Oppure eliminate tutti i preset inutilizzabili riorganizzando completamente i suoni interni, magari dividendoli per categorie e liberate spazio per eventuali librerie/ suoni personali?
Oppure tenete su chiavetta dei banchi da caricare all'occorrenza quando cercate un suono?
Oppure eliminate tutti i suoni interni e caricate solo quelli che, scorrendo le varie librerie, valutate essere i migliori per le vostre esigenze?
Oppure?
Tengo tutti gli originali, uno spazio per i miei personalizzati e uno per librerie extra!
Se non è sufficente, parto sovrascrivendo l'ultimo banco
31-08-17 00.02
  • cecchino
  • Membro: Expert
  • Risp: 1541
  • Loc: Roma
  • Status: -
  • Thanks: 130  
@ maxtub
Vorrei fare un sondaggio su come personalizzate le vostre tastiere.
Tenete tutti i preset originali e utilizzate solo le memorie user per caricare altre librerie e per i vostri suoni personali? e se lo spazio non basta? (anche chi ha molto spazio, caricando tante librerie, potrebbe finire...)
Oppure eliminate tutti i preset inutilizzabili riorganizzando completamente i suoni interni, magari dividendoli per categorie e liberate spazio per eventuali librerie/ suoni personali?
Oppure tenete su chiavetta dei banchi da caricare all'occorrenza quando cercate un suono?
Oppure eliminate tutti i suoni interni e caricate solo quelli che, scorrendo le varie librerie, valutate essere i migliori per le vostre esigenze?
Oppure?
Dipende dalla tastiera. Alcune non permettono di sovrascrivere le locazioni preset (vedi Yamaha moxf), altre permettono una sovrascrittura parziale (es. La pc3 permette di sovrascrivere le locazioni preset che però possono essere ripristinate semplicemente cancellando il programma sovrascritto).
In tutti questi casi (specie se il numero di locazioni user è generoso) preferisco lasciare intatti i preset ed organizzare le mie cose nelle locazioni user, magari usando preferiti, Quick Access o altre diavolerie simili. In realtà sulla Yamaha il discorso vale solo per le voice, nel caso di performance e master ho cancellato tutti i preset senza pietà.
Con la Roland che avevo prima (anche qui con locazioni preset non sostituibili) a causa del limitato numero di locazioni avevo diverse configurazioni salvate su chiavetta da alternare.
31-08-17 00.52
  • MiLord
  • Membro: Senior
  • Risp: 577
  • Loc: Milano
  • Status: -
  • Thanks: 14  
@ maxtub
Vorrei fare un sondaggio su come personalizzate le vostre tastiere.
Tenete tutti i preset originali e utilizzate solo le memorie user per caricare altre librerie e per i vostri suoni personali? e se lo spazio non basta? (anche chi ha molto spazio, caricando tante librerie, potrebbe finire...)
Oppure eliminate tutti i preset inutilizzabili riorganizzando completamente i suoni interni, magari dividendoli per categorie e liberate spazio per eventuali librerie/ suoni personali?
Oppure tenete su chiavetta dei banchi da caricare all'occorrenza quando cercate un suono?
Oppure eliminate tutti i suoni interni e caricate solo quelli che, scorrendo le varie librerie, valutate essere i migliori per le vostre esigenze?
Oppure?
Io cerco di non cancellare mai i preset. A volte possono servire per partire a creare una memoria user personale emo
31-08-17 02.13
  • gioj93
  • Membro: Senior
  • Risp: 321
  • Loc: Napoli
  • Status: -
  • Thanks: 19  
Complimenti per il topic, sono curioso anch'io emo

Vedo che più o meno tutti siamo d'accordo nel trattare i preset come se fossero qualcosa di sacro, da non toccare, come fossero parte integrante del nostro strumento.

Può sembrare una cosa da niente, ma in realtà ho notato che questo pone una sorta di freno alla mia creatività, ad esempio col Mopho e col MicroKorg, dove devo andare a scegliere quale preset sovrascrivere ogni volta che mi serve un suono nuovo e poi finisco per non creare più suoni nuovi per questo motivo.

Ovviamente con la Kurzweil è diverso anche se, venendo dalla K2600 dove ogni salvataggio andava ponderato per paura di finire la memoria disponibile, mi sono portato questa mentalità anche su PC3, solo che in questo caso non ha per niente senso risparmiare sullo spazio, che è infinito.
Mi sono sempre riproposto di organizzare i suoni salvandoli su file diversi per ogni gruppo/progetto/esigenza e quindi ricaricare completamente i vari preset, setup ecc. da capo a seconda dell'esigenza del momento, ma in realtà non l'ho mai fatto e tengo sempre tutti i suoni contemporaneamente in memoria emo

Sulla Numa Compact 2 salvo semplicemente i suoni come mi servono in scaletta tutti in fila, e c'è abbastanza memoria disponibile.
31-08-17 02.39
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2784
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
  • Thanks: 78  
Quando avevo korg karma usavo il banco f dedicato alla exb-moss,(che non era installata) ricopiavo li la combi e facevo le modifiche. Adesso sul micro x che non ha praticamente spazio e tutte sono sovrascrivibili, la modifico sul posto, poi la richiamo da master,o come favorite, se é una combi interessante, la copio al posto di una che ritengo semplice da ricreare, o che non penso mi servirà. Stessa cosa con i program,Prima comunque salvo tutto...
31-08-17 06.21
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12556
  • Loc: Venezia
  • Status: -
  • Thanks: 1523  
In linea di massima, dopo aver fatto un backup dello stato originale del sintetizzatore, sia su USB che tramite Editor Librarian dedicato, mi lancio in una decurtazione selvaggia di tutto quello che non ritengo utile.
Poi, dipende dalla tipologia di sintetizzatore, perché con macchine relativamente "semplici" come AN1x, MKS-70 si fa abbastanza presto, quando si entra nel campo minato di Motif XF, specialmente con la sua utile ma dalla complessa gestione FlashRAM, le cose diventano più difficili e bisogna andare con i piedi di piombo, dopo aver ben pianificato cosa e come fare.
In particolare bisogna stare attenti alle Performance di Motif XF che famno riferimento a Voices, magari disposte su banchi PRE ed USR diversi. Spostare, cancellare o modoficare una o più Voice significa alterare irrimediabilmente la Performance (a meno di non ricorrere a sofisticati escamotage come il Mixing corredato dalla funzione Parameter with Voice.
Insomma, in linea di principio, elimino tutto quello che non ritengo utile al mio modo di comporre musica.
Eventualmente salvo anche versioni alternative del setup globale della macchina, in modo da poter adeguare le ripologie timbriche al contesto compositivo.
31-08-17 06.30
  • taglia74
  • Membro: Senior
  • Risp: 466
  • Loc: Modena
  • Status: -
  • Thanks: 6  
Col montage ho la bellezza di 600 memorie user qquindi il problema non si pone.
Lo spazio x le librerie aggiuntive (1,75gb) l'ho gia riempito ma le sostituusco in funzione delle esigenze....comunque non sarebbe male averne di piu emo.
Con NS2 con lungo lavoro avevo selezionato quali preset tenere e quali cancellare x poter inserire i miei programmi slle 400posizioni totali disponibili. Li lo spazio x le memorie e sample di synth era decisamente piu risicato. Il software di gestione della memoria nord è invece il migliore in assoluto come facilità d'uso.
Con integra avevo solo 64 memorie user e devo dire alla fine ne ho usate una quarantina poi basta xché non l'ho usato intensivamente x i live xché non avrebbe potuto essere usato in tutto a causa delle sole 64 locazioni disponibili.
Jupiter 80 non ricordo bene ma mi pare avesse un numero bello alto di memorie user.
Fantom g idem a jupiter...tanto spazio a disposizione.
31-08-17 09.18
  • maxtub
  • Membro: Expert
  • Risp: 4222
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 301  
@ michelet
In linea di massima, dopo aver fatto un backup dello stato originale del sintetizzatore, sia su USB che tramite Editor Librarian dedicato, mi lancio in una decurtazione selvaggia di tutto quello che non ritengo utile.
Poi, dipende dalla tipologia di sintetizzatore, perché con macchine relativamente "semplici" come AN1x, MKS-70 si fa abbastanza presto, quando si entra nel campo minato di Motif XF, specialmente con la sua utile ma dalla complessa gestione FlashRAM, le cose diventano più difficili e bisogna andare con i piedi di piombo, dopo aver ben pianificato cosa e come fare.
In particolare bisogna stare attenti alle Performance di Motif XF che famno riferimento a Voices, magari disposte su banchi PRE ed USR diversi. Spostare, cancellare o modoficare una o più Voice significa alterare irrimediabilmente la Performance (a meno di non ricorrere a sofisticati escamotage come il Mixing corredato dalla funzione Parameter with Voice.
Insomma, in linea di principio, elimino tutto quello che non ritengo utile al mio modo di comporre musica.
Eventualmente salvo anche versioni alternative del setup globale della macchina, in modo da poter adeguare le ripologie timbriche al contesto compositivo.
Anch'io procedo come te; backup di tutto e cancello tutto ciò che non è utile. Ho visto che alcuni preset, che un tempo tenevo, sono per me inutilizzabili e sono un impedimento nell'eventuale ricerca di un suono per cui, anch'io sono arrivato alla conclusione che è meglio tenere solo quel che potrebbe servire.
Certo, come dici tu, molte volte cancellare dei suoni potrebbe influire sulle combi/Performance ed è li il problema maggiore....
31-08-17 11.43
  • giulio12
  • Membro: Expert
  • Risp: 1968
  • Loc: Udine
  • Status: -
  • Thanks: 49  
@ gioj93
Complimenti per il topic, sono curioso anch'io emo

Vedo che più o meno tutti siamo d'accordo nel trattare i preset come se fossero qualcosa di sacro, da non toccare, come fossero parte integrante del nostro strumento.

Può sembrare una cosa da niente, ma in realtà ho notato che questo pone una sorta di freno alla mia creatività, ad esempio col Mopho e col MicroKorg, dove devo andare a scegliere quale preset sovrascrivere ogni volta che mi serve un suono nuovo e poi finisco per non creare più suoni nuovi per questo motivo.

Ovviamente con la Kurzweil è diverso anche se, venendo dalla K2600 dove ogni salvataggio andava ponderato per paura di finire la memoria disponibile, mi sono portato questa mentalità anche su PC3, solo che in questo caso non ha per niente senso risparmiare sullo spazio, che è infinito.
Mi sono sempre riproposto di organizzare i suoni salvandoli su file diversi per ogni gruppo/progetto/esigenza e quindi ricaricare completamente i vari preset, setup ecc. da capo a seconda dell'esigenza del momento, ma in realtà non l'ho mai fatto e tengo sempre tutti i suoni contemporaneamente in memoria emo

Sulla Numa Compact 2 salvo semplicemente i suoni come mi servono in scaletta tutti in fila, e c'è abbastanza memoria disponibile.
Sei sicuro che sia infinito? Hai controllato lo stato della memoria del tuo kurzweil?
31-08-17 11.46
  • sterky
  • Membro: Expert
  • Risp: 3647
  • Loc: Trento
  • Status: -
  • Thanks: 148  
@ giulio12
Sei sicuro che sia infinito? Hai controllato lo stato della memoria del tuo kurzweil?
in quanto a program, setup, e quant'altro (non memoria sample), è praticamente infinito. più di 6.000 locazioni.
31-08-17 11.55
  • zaphod
  • Membro: Expert
  • Risp: 3050
  • Loc: Savona
  • Status: -
  • Thanks: 196  
si è un topic interessante!

generalmente, sono sempre stato per preservare la memoria interna, poi col tempo si cambiano le idee e le abitudini... comunque:
- sul cp1 la memoria internal è una e vera propria ROM, nel senso che i preset non si possono toccare; poi c'è la memoria user e la memoria external (chiavetta usb sempre inserita) dove ci sono i suoni che uso sempre... dovrei mettere un po' d'ordine e trasferire l'external su user, nel caso la chiavetta si rompa; ma non lo faccio mai!
- sul Legend ho riconfigurato i preset invertiti con le combinazioni di tiranti che servono a me;
- sul Prophet 08 ci vado più attento perchè ci sono preset interessanti che mi sono ripromesso di studiare per vedere come li hanno fatti... quindi sto salvando i miei suoni nel peggior modo possibile, ossia al posto dei suoni che non mi interessano; uno qua e uno là, giusto per trovarli facilmente emo. Nel caso, comunque, con un dump si possono ripristinare i suoni di fabbrica.

Degli strumenti che ho avuto in precedenza, paradossalmente il più immediato di tutti (un Nord Stage) era quello più pericoloso di tutti, perchè sostituendo i suoni di pianoforte, rischiavi di trovarti con un preset che suonava in modo parecchio diverso.
31-08-17 12.16
  • maxtub
  • Membro: Expert
  • Risp: 4222
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 301  
@ zaphod
si è un topic interessante!

generalmente, sono sempre stato per preservare la memoria interna, poi col tempo si cambiano le idee e le abitudini... comunque:
- sul cp1 la memoria internal è una e vera propria ROM, nel senso che i preset non si possono toccare; poi c'è la memoria user e la memoria external (chiavetta usb sempre inserita) dove ci sono i suoni che uso sempre... dovrei mettere un po' d'ordine e trasferire l'external su user, nel caso la chiavetta si rompa; ma non lo faccio mai!
- sul Legend ho riconfigurato i preset invertiti con le combinazioni di tiranti che servono a me;
- sul Prophet 08 ci vado più attento perchè ci sono preset interessanti che mi sono ripromesso di studiare per vedere come li hanno fatti... quindi sto salvando i miei suoni nel peggior modo possibile, ossia al posto dei suoni che non mi interessano; uno qua e uno là, giusto per trovarli facilmente emo. Nel caso, comunque, con un dump si possono ripristinare i suoni di fabbrica.

Degli strumenti che ho avuto in precedenza, paradossalmente il più immediato di tutti (un Nord Stage) era quello più pericoloso di tutti, perchè sostituendo i suoni di pianoforte, rischiavi di trovarti con un preset che suonava in modo parecchio diverso.
Il Nord Stage, effettivamente, tra le numerose tastiere che ho avuto (emo), è quella che più mi ha messo in difficoltà.
Infatti qui, ci sono solo 400 locazioni di memoria per cui, salvare i suoni dei miei gruppi, suoni personali che mi creo sempre e che non possono mancare e lasciare anche spazio per provare eventuali nuovi banchi suoni della Nord Library, non è così semplice; e a complicare il tutto, la scelta di quali campioni interni tenere (ci sono 480Mb di memoria che non sono molti, e per poter caricarne altri dal sito Nord, occorre decidere di sacrificarne molti, magari collegati a dei preset).
Per questo mi è venuta l'idea di questo Topic
10-09-17 09.25
  • robertomusica
  • Membro: Guest
  • Risp: 56
  • Loc: Bergamo
  • Status: -
  • Thanks: 1  
@ maxtub
Vorrei fare un sondaggio su come personalizzate le vostre tastiere.
Tenete tutti i preset originali e utilizzate solo le memorie user per caricare altre librerie e per i vostri suoni personali? e se lo spazio non basta? (anche chi ha molto spazio, caricando tante librerie, potrebbe finire...)
Oppure eliminate tutti i preset inutilizzabili riorganizzando completamente i suoni interni, magari dividendoli per categorie e liberate spazio per eventuali librerie/ suoni personali?
Oppure tenete su chiavetta dei banchi da caricare all'occorrenza quando cercate un suono?
Oppure eliminate tutti i suoni interni e caricate solo quelli che, scorrendo le varie librerie, valutate essere i migliori per le vostre esigenze?
Oppure?
Ciao Maxtub , io con il Korg Triton Studio ho 1536 locazioni user per le combi e 1536 locazioni user per i program (3072 locazioni user per i suoni) e tutti i 24 banchi da 128 (12 banchi per le combi e 12 per i program) sono riscrivibili e se hai anche la scheda Moss (scheda opzionale) in program hai ancora un' altro banco da 128 . Poi con l'HD interno (io ne ho uno da 100Gb) puoi salvare tutti i tuoi banchi personalizzati e ricaricarli in modo veloce e tramite Cdrw puoi caricare i nuovi campioni sull'HD e installarli direttamente da lì .
10-09-17 23.20
  • Arci66
  • Membro: Senior
  • Risp: 870
  • Loc: Roma
  • Status: -
  • Thanks: 20  
@ maxtub
Il Nord Stage, effettivamente, tra le numerose tastiere che ho avuto (emo), è quella che più mi ha messo in difficoltà.
Infatti qui, ci sono solo 400 locazioni di memoria per cui, salvare i suoni dei miei gruppi, suoni personali che mi creo sempre e che non possono mancare e lasciare anche spazio per provare eventuali nuovi banchi suoni della Nord Library, non è così semplice; e a complicare il tutto, la scelta di quali campioni interni tenere (ci sono 480Mb di memoria che non sono molti, e per poter caricarne altri dal sito Nord, occorre decidere di sacrificarne molti, magari collegati a dei preset).
Per questo mi è venuta l'idea di questo Topic
UN NS ha una differente organizzazione di memorie e campioni e si puo'cancellare tutto e partire a memorie vuote.
Io dopo aver giocato con tutti i preset di fabbrica e quelli di terze parti, alla fine ho cancellato tutto e ho iniziato a mettere solo quello che mi serviva e la sto via via personalizzando in questo modo, ti accorgi cosi che poi la memoria non e'cosi poca.
10-09-17 23.40
  • maxtub
  • Membro: Expert
  • Risp: 4222
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 301  
@ Arci66
UN NS ha una differente organizzazione di memorie e campioni e si puo'cancellare tutto e partire a memorie vuote.
Io dopo aver giocato con tutti i preset di fabbrica e quelli di terze parti, alla fine ho cancellato tutto e ho iniziato a mettere solo quello che mi serviva e la sto via via personalizzando in questo modo, ti accorgi cosi che poi la memoria non e'cosi poca.
Grazie a tutti.
Anch'io stavo (prima di inviare il NS in assistenza emo) arrivando alla stessa conclusione... ma con i sample, come ti comporti?
10-09-17 23.47
  • Arci66
  • Membro: Senior
  • Risp: 870
  • Loc: Roma
  • Status: -
  • Thanks: 20  
@ maxtub
Grazie a tutti.
Anch'io stavo (prima di inviare il NS in assistenza emo) arrivando alla stessa conclusione... ma con i sample, come ti comporti?
Cancello tutto e carico solo quelli che servono ai preset che vado ad utilizzare.
11-09-17 00.41
  • MiLord
  • Membro: Senior
  • Risp: 577
  • Loc: Milano
  • Status: -
  • Thanks: 14  
maxtub ha scritto:
sono solo 400 locazioni di memoria per cui, salvare i suoni dei miei gruppi

emo
Wow, io ho la nord stage 2 e suono con due gruppi, ma non ho ancora completato il bank D delle memorie, cioè quella "user". Capisco che magari io sono tirchio emo, ma 400 memorie servono se hai almeno una dozzina di band con più di 30 brani ciascuna emo
11-09-17 07.33
  • maxtub
  • Membro: Expert
  • Risp: 4222
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 301  
@ MiLord
maxtub ha scritto:
sono solo 400 locazioni di memoria per cui, salvare i suoni dei miei gruppi

emo
Wow, io ho la nord stage 2 e suono con due gruppi, ma non ho ancora completato il bank D delle memorie, cioè quella "user". Capisco che magari io sono tirchio emo, ma 400 memorie servono se hai almeno una dozzina di band con più di 30 brani ciascuna emo
Intendevo, lasciando i preset originali
11-09-17 11.20
  • Arci66
  • Membro: Senior
  • Risp: 870
  • Loc: Roma
  • Status: -
  • Thanks: 20  
@ maxtub
Intendevo, lasciando i preset originali
Fra i preset originali ne troverò al massimo 20-30 irrinunciabili esagerando a 50, io ho riutilizzato parte del banco A della NS2EX per i prest di fabbrica, selezionando quelli che mi piacevano di più e aggiungendone alcuni fatti da me.