arranger per jazz


13-07-17 20.37
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
quale arranger comprare per un organista jazz??
13-07-17 21.02
  • zerinovic
  • Membro: Expert
  • Risp: 2285
  • Thanks: 75
  • Loc: Grosseto
  • Status: -
Quanto puoi spendere?
14-07-17 19.23
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ zerinovic
Quanto puoi spendere?
dipende da quello che offre il mercato
cmq intorno ai 1500 euros
14-07-17 19.30
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ dannorex
dipende da quello che offre il mercato
cmq intorno ai 1500 euros
Mi spiego meglio.
possiedo un Viscount Legend del quale sono ABBASTANZA!! soddisfatto, e mi sta capitando sempre più spesso di fare un po' di piano bar ed eventi simili con una brava cantante
ci chiedono standard jazz tipo Sinatra, K.Cole, Bennet ecc e ialiani anni 60 .
per cui ho bisogno di una unità di accompagnamento dedicata, attualmente di porto dietro un Pa3x che come arranger non è poi malaccio, ma pesa un botto!!!!!!
avevo pensato ad una SD40 Ketron, ma non so se per il genere che faccio sia proprio indicata
Cosa mi consigliate???
14-07-17 20.09
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11779
  • Thanks: 1093
  • Loc: Torino
  • Status: -
Perdona ma "arranger " e "jazz" sono due parole che proprio non si possono leggere nella stessa frase, a meno che non si parla di farci pratica a casa... se peró rimuoviamo la parola jazz e ci mettiamo piano/voce o pianobar, mi sembra che il buon Jaam usi proprio un Ketron SD40 in situazioni analoghe
14-07-17 23.45
  • mirkogig
  • Membro: Senior
  • Risp: 508
  • Thanks: 10
  • Loc: Brescia
  • Status: -
@ dannorex
quale arranger comprare per un organista jazz??
Ketron sd40
15-07-17 16.03
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ maxpiano69
Perdona ma "arranger " e "jazz" sono due parole che proprio non si possono leggere nella stessa frase, a meno che non si parla di farci pratica a casa... se peró rimuoviamo la parola jazz e ci mettiamo piano/voce o pianobar, mi sembra che il buon Jaam usi proprio un Ketron SD40 in situazioni analoghe
i ti ringrazio per la condivisiione di idee e opinioni, detto questo , non mi trovo d'accordo con il tuo punto di vista , Misty, autumn leaves, Moonlight Serenade,Fly Me To The Moon, Estate, Unforgettable at last , ed altre centinaia di brani , sono annoverati nella categoria standard jazz (si trovano anche su real Book), anche se non richiedono doti tecniche ed esecutive a dir poco proibitive. Certamente non parlo di Duke Ellington o Joe Di francesco, anche se loro non hanno disdegnato qualche volta di proporre le loro interpretazioni di quei brani.
inoltre non credo che un atteggiamento troppo "Purista" aiuti la divulgazione di un genere che di per se richiede una grande tecnica e una profonda conoscenza musicale.Infatti in Italia il jazz è considerato di nicchia e per pochi addetti.
Detto questo : qualcuno usa l'sd40 o altro in questo contesto?? per piacere illuminatemi!!!!!!!!!!!!emo
grazie ancora
15-07-17 19.46
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 1302
  • Thanks: 8
  • Loc: Ravenna
  • Status: -
@ dannorex
i ti ringrazio per la condivisiione di idee e opinioni, detto questo , non mi trovo d'accordo con il tuo punto di vista , Misty, autumn leaves, Moonlight Serenade,Fly Me To The Moon, Estate, Unforgettable at last , ed altre centinaia di brani , sono annoverati nella categoria standard jazz (si trovano anche su real Book), anche se non richiedono doti tecniche ed esecutive a dir poco proibitive. Certamente non parlo di Duke Ellington o Joe Di francesco, anche se loro non hanno disdegnato qualche volta di proporre le loro interpretazioni di quei brani.
inoltre non credo che un atteggiamento troppo "Purista" aiuti la divulgazione di un genere che di per se richiede una grande tecnica e una profonda conoscenza musicale.Infatti in Italia il jazz è considerato di nicchia e per pochi addetti.
Detto questo : qualcuno usa l'sd40 o altro in questo contesto?? per piacere illuminatemi!!!!!!!!!!!!emo
grazie ancora
Non vorrei spingere la discussione in OT, ma la tua considerazione merita una riflessione.
Io credo che il jazz sia una "mentalità" musicale. Gli standard jazz sono, per me, semplicemente brani o meglio intavolature di accordi che spesso sono state eseguisti da musicisti di "mentalità jazz".
Senza volere penalizzare il tuo prodotto, che non conosco, ma ti do per ufficio che sia dai contenuti interessanti e ben eseguito, credo che un qualsiasi arranger non sia in grado di ragionare secondo la mentalità del jazz.
Mentre invece non sono d'accordo sulla tua idea che per venderlo di più, il prodotto debba essere snaturato. Ci saranno ovviamente momenti in cui è più che lecito offrire un prodotto "commerciale", ma ci devono essere momenti in cui la musica viene eseguita ad arte, indipendentemente dal numero di appassionati che avranno intenzione di fruirne.
15-07-17 20.12
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ paolo_b3
Non vorrei spingere la discussione in OT, ma la tua considerazione merita una riflessione.
Io credo che il jazz sia una "mentalità" musicale. Gli standard jazz sono, per me, semplicemente brani o meglio intavolature di accordi che spesso sono state eseguisti da musicisti di "mentalità jazz".
Senza volere penalizzare il tuo prodotto, che non conosco, ma ti do per ufficio che sia dai contenuti interessanti e ben eseguito, credo che un qualsiasi arranger non sia in grado di ragionare secondo la mentalità del jazz.
Mentre invece non sono d'accordo sulla tua idea che per venderlo di più, il prodotto debba essere snaturato. Ci saranno ovviamente momenti in cui è più che lecito offrire un prodotto "commerciale", ma ci devono essere momenti in cui la musica viene eseguita ad arte, indipendentemente dal numero di appassionati che avranno intenzione di fruirne.
scusa la mia ignoranza ma non so veramente cosa significa "OT"
sono assolutissimamente d'accordo con te riguardo al fatto che un arranger non possa ragionare con una mentalità jazzistica, ma rimango perplesso sul fatto che un brano jazz debba necessariamente essere eseguito allo stato dell'arte "indipendentemente dal numero di appassionati che avranno intenzione di fruirne.",
rispetto assolutamente il tuo pensiero, ma io credo che la musica sia un modo per far lavorare le meningi regalando momenti di totale soddisfazione , sia che il brano venga eseguito ad arte , o che venga eseguito con le limitazioni che impone la tecnica individuale (nel mio caso, che vendo dalla chitarra blues, una vera tragedia) . Un piccolo applauso , anche se di semplice cortesia , fa proprio bene , sempre che ti stimoli a migliorare le tue performance.
E se per questo devo suonare con un accompagnamento un poco robotico.... chissene .... tanto un gruppo non posso averlo.
ti ringrazio per la risposta. ciao
15-07-17 22.41
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 1302
  • Thanks: 8
  • Loc: Ravenna
  • Status: -
@ dannorex
scusa la mia ignoranza ma non so veramente cosa significa "OT"
sono assolutissimamente d'accordo con te riguardo al fatto che un arranger non possa ragionare con una mentalità jazzistica, ma rimango perplesso sul fatto che un brano jazz debba necessariamente essere eseguito allo stato dell'arte "indipendentemente dal numero di appassionati che avranno intenzione di fruirne.",
rispetto assolutamente il tuo pensiero, ma io credo che la musica sia un modo per far lavorare le meningi regalando momenti di totale soddisfazione , sia che il brano venga eseguito ad arte , o che venga eseguito con le limitazioni che impone la tecnica individuale (nel mio caso, che vendo dalla chitarra blues, una vera tragedia) . Un piccolo applauso , anche se di semplice cortesia , fa proprio bene , sempre che ti stimoli a migliorare le tue performance.
E se per questo devo suonare con un accompagnamento un poco robotico.... chissene .... tanto un gruppo non posso averlo.
ti ringrazio per la risposta. ciao
Anche io ho avuto da poco la spiegazione... OT = Off Topic = Fuori argomento. Un po come ai tempi del tema d'italiano emo
Se mi posso permettere, il senso del tuo ragionamento, che condivido, un po' esula dal dire che "visto che i concerti jazz vengono tendenzialmente disertati, allora meglio proporre qualcosa di commerciale per sostenere il genere".
Ci stiamo un po' accartocciando su concetti che lambiscono l'astratto, mentre concretamente tu fai bene a mettere in pista "tutti i mezzi" per offrire un momento musicale al meglio delle tue possibilità. Però a volte in questo forum da argomenti apparentemente laterali sorgono confronti molto centrati.
emo
16-07-17 06.45
  • maxpiano69
  • Membro: Supporter
  • Risp: 11779
  • Thanks: 1093
  • Loc: Torino
  • Status: -
@dannorex: provo a charire meglio il mio pensiero; nessuno dice che ci sia niente di male nel suonare quei brani, che sono nati come "Songs" (canzoni) e solo successivamente diventati degli "standard jazz" (perché i jazzisti li hanno usati come base di partenza per le loro elaborazioni ed improvvisazioni), con l'accompagnamento di un arranger. Solo che in quel momento, secondo me, non si sta facendo "jazz" ma altro (che peró é sempre "musica" e assolutamente con la sua dignitá e validitá) perché vengono a mancare alcuni elementi fondamentali del "fare jazz" (uno fra tutti l'interplay tra i vari strumenti e strumentisti). Tutto qui.

Dopo di che spero che Jaam, passi da questo thread cosí potrá spiegarti come ed in quali situazioni lui usa l'SD40 (e magari pure smentirmi o dare un diverso punto di vista). emo
16-07-17 11.16
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ paolo_b3
Anche io ho avuto da poco la spiegazione... OT = Off Topic = Fuori argomento. Un po come ai tempi del tema d'italiano emo
Se mi posso permettere, il senso del tuo ragionamento, che condivido, un po' esula dal dire che "visto che i concerti jazz vengono tendenzialmente disertati, allora meglio proporre qualcosa di commerciale per sostenere il genere".
Ci stiamo un po' accartocciando su concetti che lambiscono l'astratto, mentre concretamente tu fai bene a mettere in pista "tutti i mezzi" per offrire un momento musicale al meglio delle tue possibilità. Però a volte in questo forum da argomenti apparentemente laterali sorgono confronti molto centrati.
emo
sono con te al 100%,il mio punto di vista è dettato , per esempio, dal caso di Eddy Palermo,un grandissimo chitarrista ( a livello mondiale, ha duettato con Joe Pass ) che si è "inventato" il Samba Jazz , riscuotendo in patria ben pochi consensi (in proporzione alla bravura e creatività esibite) , mentre in Brasile , dove risiede per buona parte dell'anno) , suona moltissimo ad livelli molto alti con un successo strepitoso ..
Cmq grazie per il confronto, è veramente un momento di crescita,
Buona Musica
16-07-17 11.19
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ maxpiano69
@dannorex: provo a charire meglio il mio pensiero; nessuno dice che ci sia niente di male nel suonare quei brani, che sono nati come "Songs" (canzoni) e solo successivamente diventati degli "standard jazz" (perché i jazzisti li hanno usati come base di partenza per le loro elaborazioni ed improvvisazioni), con l'accompagnamento di un arranger. Solo che in quel momento, secondo me, non si sta facendo "jazz" ma altro (che peró é sempre "musica" e assolutamente con la sua dignitá e validitá) perché vengono a mancare alcuni elementi fondamentali del "fare jazz" (uno fra tutti l'interplay tra i vari strumenti e strumentisti). Tutto qui.

Dopo di che spero che Jaam, passi da questo thread cosí potrá spiegarti come ed in quali situazioni lui usa l'SD40 (e magari pure smentirmi o dare un diverso punto di vista). emo
grazie per il confronto, che mi trova sostanzialmente d'accordo, in fondo ...in fondo , la cosa più importante è fare Musica e condividerla , poi arranger o meno chissene....
spero che Jaam ci stia seguendo, perchè ho proprio bisono di un consiglio , prima di fare un acquisto
Buona Domenica
16-07-17 13.30
  • tsuki
  • Membro: Expert
  • Risp: 2592
  • Thanks: 136
  • Loc: Sassari
  • Status: -
il fatto è che il jazz è in una certa percentuale improvvisazione,secondo certi canoni ma improvvisazione;un arranger è ovviamente presettato piu' o meno rigidamente,quindi diciamo che in effetti una certa ruvidita' di rapporti tra jazz ed arranger c'è.Pero' è anche vero che sugli "standard" jazz,per un uso a livello buon piano-bar/intrattenimento,negli arranger esistono alcune programmazioni gustosissime,secondo me gia' i Korg ed i Roland hanno del buono,i Ketron li vedo piu' "Liscistici"...Non conosco gli Yamaha.
16-07-17 15.54
  • ahivela
  • Membro: Senior
  • Risp: 568
  • Thanks: 50
  • Loc: Benevento
  • Status: -
Concordo piu' o meno con tutti emo
Nel senso che gli standard, prima di essere "jazz" sono per lo piu' canzoni, e come tali possono essere rese in qualsiasi contesto, e con qualunque tipo di approccio, dei quali il jazz ne e' solo uno, e non l'unico possibile. Di sicuro, essendo il jazz musica sostanzialmente improvvisata e basata sull'interplay, l'arranger ne e' l'assoluta negazione, ma questo non significa molto, musicalmente parlando, in senso generale.
Premesso cio', ti conviene orientarti su macchine che abbiano gli style piu' semplici ed essenziali possibile, senza tanti ricami e riff "precotti", che al primo ascolto possono risultare gradevoli, ma gia' al decimo diventano irritanti. Ottima batteria e basso e pochissimo altro: il resto ce lo devi mettere tu, secondo le tue capacita', possibilita' e gusto. Se no tanto vale usare gli Aebersold: suoneranno sempre meglio del migliore arranger... emo
Il migliore swing in assoluto, che tuttora trovo ancora insuperabile per dinamica e bellezza ce l'ha la Ketron SD1, strumento di quasi venti anni fa. Nonostante abbia provato praticamente tutti gli arranger di ultima generazione, non ne ho trovato ancora uno paragonabile, per suonabilita' e realismo.
16-07-17 20.35
  • lele49
  • Membro: Senior
  • Risp: 921
  • Thanks: 21
  • Loc: Cuneo
  • Status: -
@ ahivela
Concordo piu' o meno con tutti emo
Nel senso che gli standard, prima di essere "jazz" sono per lo piu' canzoni, e come tali possono essere rese in qualsiasi contesto, e con qualunque tipo di approccio, dei quali il jazz ne e' solo uno, e non l'unico possibile. Di sicuro, essendo il jazz musica sostanzialmente improvvisata e basata sull'interplay, l'arranger ne e' l'assoluta negazione, ma questo non significa molto, musicalmente parlando, in senso generale.
Premesso cio', ti conviene orientarti su macchine che abbiano gli style piu' semplici ed essenziali possibile, senza tanti ricami e riff "precotti", che al primo ascolto possono risultare gradevoli, ma gia' al decimo diventano irritanti. Ottima batteria e basso e pochissimo altro: il resto ce lo devi mettere tu, secondo le tue capacita', possibilita' e gusto. Se no tanto vale usare gli Aebersold: suoneranno sempre meglio del migliore arranger... emo
Il migliore swing in assoluto, che tuttora trovo ancora insuperabile per dinamica e bellezza ce l'ha la Ketron SD1, strumento di quasi venti anni fa. Nonostante abbia provato praticamente tutti gli arranger di ultima generazione, non ne ho trovato ancora uno paragonabile, per suonabilita' e realismo.
Te lo dico io come suonare,visto che tutti sti arranger sono piu o meno sullo stesso piano,ti prendi una batt.elettronica buona,una ped midi di due ottave,un buon piano campionato,e fai tutti i bassi che vuoi,impara da certi musicisti inglesi di una certa eta,e lo swing si che lo fai,mano sx tua,gamba sx basso,tre in uno....la cantante va in estasi...
Io 40anni fa ,suonavo cosi, ma non avevo la cantante...😩😩😩
18-07-17 18.15
  • dannorex
  • Membro: Guest
  • Risp: 44
  • Thanks: 0
  • Loc: Roma
  • Status: -
@ mirkogig
Ketron sd40
mi viene da pensare che tu possiedi l'SD40.... mi dai qualche parere sulla macchina nel contesto swing
21-07-17 21.11
  • violino998
  • Membro: Senior
  • Risp: 271
  • Thanks: 19
  • Loc: Prato
  • Status: -
@ dannorex
mi viene da pensare che tu possiedi l'SD40.... mi dai qualche parere sulla macchina nel contesto swing
Io uso arranger da 20 anni in tutti i contesti musicali. La Korg pax3 e' una ottima tastiera . Se pesa troppo, Ti suggerisco di provare con un arranger expander tipo il Roland bk7m da suonare con organo Viscount e troverai leggerezza , ottimi suoni e style a patto di allenarti per l' uso magari con utilizzo della pedaliera Roland dedicata. Altra soluzione gli arranger expander della Ketron
Ci sono diversi modelli sia recenti che più datati che possono soddisfarti. Ultimo suggerimento se gli style attuali non ti piacciano più su eBay é possibile acquistarne di nuovi provenienti da libreria Yamaha Ketron Roland ma rielaborati per essere compatibile con formato Korg.