Consiglio acquisto tastiera


15-05-17 22.43
  • apetta
  • Membro: Guest
  • Risp: 10
  • Loc:
  • Status: -
  • Thanks: 0  
Buonasera a tutti, sono nuova del forum. Avrei deciso di acquistare una tastiera che non costi molto per capire se provando mi può interessare e se eventualmente riesco ad imparare, per il momento quindi non vorrei spenderci troppo. Ho pensato quindi di sfruttare un buono di cui dispongo e la scelta sarebbe tra la CASIO LK125 e la CASIO CTK-1200. So che sono diciamo dei giocattoli ma tra le due così per avvicinarmi al mondo della tastiera e se è possibile del piano voi quale mi consigliereste? Spero possiate aiutarmi emo
15-05-17 23.01
  • Arci66
  • Membro: Senior
  • Risp: 871
  • Loc: Roma
  • Status: -
  • Thanks: 20  
@ apetta
Buonasera a tutti, sono nuova del forum. Avrei deciso di acquistare una tastiera che non costi molto per capire se provando mi può interessare e se eventualmente riesco ad imparare, per il momento quindi non vorrei spenderci troppo. Ho pensato quindi di sfruttare un buono di cui dispongo e la scelta sarebbe tra la CASIO LK125 e la CASIO CTK-1200. So che sono diciamo dei giocattoli ma tra le due così per avvicinarmi al mondo della tastiera e se è possibile del piano voi quale mi consigliereste? Spero possiate aiutarmi emo
Così per curiosità come quando ero piccolo io si regalava un organetto bontempi allora quello che tu hai sottoposto o tastiere analoghe vanno bene.
Se poi scoprirai che vuoi imparare a suonare magari con un maestro o presso una scuola meglio pensare ad un piano acustico o anche elettronico che ti dia una tastiera che aiuti l'esercizio.
16-05-17 08.12
  • toniz1
  • Membro: Senior
  • Risp: 439
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 19  
ciao
dal punto di vista strumentistico le 2 tastiere sono assolutamente equivalenti, i suoni che trovi su una saranno (immagino) esattamente della stessa qualita' di quelli che trovi sull'altra.
cambiano un paio di caratteristiche: una ha le lucette sotto i tasti e l'altra a schermo
una ha piu' brani precaricati (100) da seguire con le lucette, l'altra meno (50) senza lucette.

a sto punto se credi che seguire le luci sui tasti possa essere sufficientemente divertente da invogliarti a provare qualcos'altro piu' avanti ti consiglierei la LK125.
a questo stadio l'importante e' vedere se ti piace mettere le dita sui tasti (suonare e' un'altra cosa ti diranno qui emo) e perderci un po' di tempo.

se poi la cosa ti prende e ti ci diverti sappi che con entrambi i modelli non ci farai poi molto.
Nel senso che i suoni hanno una qualità migliore rispetto a qualche lustro fa... ma sono sempre fascia economica. (per mio figlio ho preso una yamaha in offerta alla lidl a 50 euro 2 anni fa... ) e di pianoforte hanno solo il colore dei tasti... :) ma da qualche parte bisogna pur cominciare.

se lo scopo e' cominciare (in qualche modo) possono andare bene, ma se intraprendi la strada di imparare a suonare, sappi che ci dovrai spendere un bel po' di tempo tra lettura della musica (almeno basilare) e tecnica (se pensi al pianoforte... taaaanta tecnica).
ciao e benvenuta.
16-05-17 10.09
  • michelet
  • Membro: Supporter
  • Risp: 12558
  • Loc: Venezia
  • Status: -
  • Thanks: 1524  
Mi permetto di osservare che dovrebbe esserci una proporzionalità tra il desiderio di imparare e l'investimento da sostenere per l'acquisto di uno strumento sul quale studiare.
Se si parte già con l'idea di spendere poco, significa che non ci si vuole impegnare abbastanza per raggiungere un obiettivo, seppure minimo.
Quindi, a mio modesto avviso, il ragionamento dovrebbe essere del tutto ribaltato: invece di acquistare una tastiera modesta, se veramente c'è il desiderio di imparare la musica, non per gioco, basta affittare a noleggio un pianoforte e recarsi da un insegnante.
Non credo ci siano tante alternative se l'obiettivo da perseguire è chiaro nella propria mente.
Trovo abbastanza diseducative le tastierine arranger di fascia economica, perché illudono di poter imparare la musica, quando invece avere a fianco una persona che te la insegni poco alla volta è tutt'altra cosa.
Comunque, siamo in democrazia ed ognuno può fare ciò che meglio gli/le aggrada.
16-05-17 10.53
  • apetta
  • Membro: Guest
  • Risp: 10
  • Loc:
  • Status: -
  • Thanks: 0  
Ragazzi grazie a tutti per i pareri, ovviamente capisco che per chi suona veramente queste sono solo dei giocattolini, capisco anche il punto di vista di michelet però attualmente non ho possibilità di prendere uno strumento più costoso (ecco perchè ho deciso di sfruttare un buono che ho) cosa che poi mi peserebbe se non riuscissi ad imparare. Detto questo spero di riuscire ad ingranare e a quel punto acquistare qualcosa che mi permetta veramente di suonare emo
16-05-17 12.15
  • toniz1
  • Membro: Senior
  • Risp: 439
  • Loc: Verona
  • Status: -
  • Thanks: 19  
quello che credo (almeno ... credo) voglia dire michelet e' anche che "provare tanto per provare" porterà (solitamente) a scarsi risultati facendoti perdere la voglia.
Diverso invece e' il fatto di farsi accompagnare da qualcuno che ti indirizzi nella direzione giusta per prendere gusto a quello che stai facendo.

io capisco il tuo punto di vista, simile ad altri di amici che hanno provato o hanno figli che hanno provato...

pero', secondo me lo strumento di base "in questo momento" e' poco importante, conta di piu' un insegnante che ti porti a godere di quello che stai facendo, per quanto facile che sia.

Quindi ok la casio, ma non fare da sola... in quanto (imho) e' piu' facile che non arrivi da nessuna parte.
poi i casi particolari di chi si entusiasma a fare tutto da solo e poi "impara" dal maestro ci sono ... ma non sono la normalità.

ciao
16-05-17 12.22
  • Spirit
  • Membro: Senior
  • Risp: 606
  • Loc: -
  • Status: -
  • Thanks: 44  
@ apetta
Ragazzi grazie a tutti per i pareri, ovviamente capisco che per chi suona veramente queste sono solo dei giocattolini, capisco anche il punto di vista di michelet però attualmente non ho possibilità di prendere uno strumento più costoso (ecco perchè ho deciso di sfruttare un buono che ho) cosa che poi mi peserebbe se non riuscissi ad imparare. Detto questo spero di riuscire ad ingranare e a quel punto acquistare qualcosa che mi permetta veramente di suonare emo
Io la vedo in questo modo:
1) quelle sono le 2 tastiere che hai scelto e su questo non ci piove
2) hai voglia di giocarci per vedere se poi ti ci appassioni tanto da decidere di investirci tempo e ulteriore denaro
3) Resta su quella: La passione... quindi, vediti i filmati sul tubo, cerca notizie che ne riguardano eventuali/possibili difetti, cerca di provarle entrambe
4) decidi quella che ti piace di più e una volta comperata mettiti a giocarci/strimpellare.
Se va bene e ti piace... ti muoverai per continuare, se non ti piace, almeno ti sei tolta lo sfizio di fare una cosa che volevi e l'hai fatta secondo tue possibilità e gusto nella scelta.

In bocca al lupo per il tuo acquisto.
16-05-17 13.44
  • Constrictor
  • Membro: Expert
  • Risp: 2133
  • Loc: Cosenza
  • Status: -
  • Thanks: 104  
@ michelet
Mi permetto di osservare che dovrebbe esserci una proporzionalità tra il desiderio di imparare e l'investimento da sostenere per l'acquisto di uno strumento sul quale studiare.
Se si parte già con l'idea di spendere poco, significa che non ci si vuole impegnare abbastanza per raggiungere un obiettivo, seppure minimo.
Quindi, a mio modesto avviso, il ragionamento dovrebbe essere del tutto ribaltato: invece di acquistare una tastiera modesta, se veramente c'è il desiderio di imparare la musica, non per gioco, basta affittare a noleggio un pianoforte e recarsi da un insegnante.
Non credo ci siano tante alternative se l'obiettivo da perseguire è chiaro nella propria mente.
Trovo abbastanza diseducative le tastierine arranger di fascia economica, perché illudono di poter imparare la musica, quando invece avere a fianco una persona che te la insegni poco alla volta è tutt'altra cosa.
Comunque, siamo in democrazia ed ognuno può fare ciò che meglio gli/le aggrada.
Condivido la saggia osservazione.
16-05-17 14.07
  • rik
  • Membro: Senior
  • Risp: 820
  • Loc: Viterbo
  • Status: -
  • Thanks: 58  
@ apetta
Buonasera a tutti, sono nuova del forum. Avrei deciso di acquistare una tastiera che non costi molto per capire se provando mi può interessare e se eventualmente riesco ad imparare, per il momento quindi non vorrei spenderci troppo. Ho pensato quindi di sfruttare un buono di cui dispongo e la scelta sarebbe tra la CASIO LK125 e la CASIO CTK-1200. So che sono diciamo dei giocattoli ma tra le due così per avvicinarmi al mondo della tastiera e se è possibile del piano voi quale mi consigliereste? Spero possiate aiutarmi emo
Ciao, il tuo discorso è giusto e, dato per scontato che un buon insegnante è insostituibile quando vorrai fare sul serio, usare il buono che hai per "provare" è una giusta idea, inoltre se vedi che l'impegno nella musica è troppo dispersivo per te, ti ritrovi cmq con un oggetto che puoi sempre utilizzare per divertirti o al peggio rivendere. Cmq dedica a questa passione il giusto approccio impegnandoti. 😊
16-05-17 18.15
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 952
  • Loc: Firenze
  • Status: -
  • Thanks: 45  
@ apetta
Ragazzi grazie a tutti per i pareri, ovviamente capisco che per chi suona veramente queste sono solo dei giocattolini, capisco anche il punto di vista di michelet però attualmente non ho possibilità di prendere uno strumento più costoso (ecco perchè ho deciso di sfruttare un buono che ho) cosa che poi mi peserebbe se non riuscissi ad imparare. Detto questo spero di riuscire ad ingranare e a quel punto acquistare qualcosa che mi permetta veramente di suonare emo
Io ho iniziato più o meno proprio come te.
Ho venduto una parte della mia collezione di fumetti per acquistare una yamaha da 180 Euro. L'ho usata all'inizio per studiare, poi mi sono innamorato dello strumento e ho venduto ancora fumetti per prendere un Kawai es7 e sono andato a lezione. La yamaha mi è servita ancora per andare a suonare a casa di un amico (il kawai pesa 25 kili). L'anno scorso l'ho venduta, ma per il tempo che l'ho avuta, mi ha fatto comodo.
16-05-17 20.53
  • apetta
  • Membro: Guest
  • Risp: 10
  • Loc:
  • Status: -
  • Thanks: 0  
vi ringrazio tutti per l'interessamento, alla fine penso che mi orienterò su quella senza i tasti luminosi in quanto non penso che siano così fondamentali. L'unica cosa ho visto che per entrambe le tastiere manca l'alimentatore, ma secondo voi lo devo prendere originale casio o va bene pure uno compatibile?
16-05-17 21.36
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 1706
  • Loc: Ravenna
  • Status: -
  • Thanks: 8  
@ apetta
vi ringrazio tutti per l'interessamento, alla fine penso che mi orienterò su quella senza i tasti luminosi in quanto non penso che siano così fondamentali. L'unica cosa ho visto che per entrambe le tastiere manca l'alimentatore, ma secondo voi lo devo prendere originale casio o va bene pure uno compatibile?
In generale va bene uno con gli stessi Volts e Amperes e ovviamente che abbia lo stesso standard di spina, ma credo originale costi 10€, quindi non ha senso sbattersi per cercare il compatibile.
16-05-17 22.17
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1085
  • Loc: Torino
  • Status: -
  • Thanks: 11  
Dallaluna69 ha scritto:
Ho venduto una parte della mia collezione di fumetti per acquistare una yamaha da 180 Euro. L'ho usata all'inizio per studiare, poi mi sono innamorato dello strumento e ho venduto ancora fumetti per prendere un Kawai es7 e sono andato a lezione.


ma quanti fumetti avevi ?... emo
16-05-17 22.20
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 1706
  • Loc: Ravenna
  • Status: -
  • Thanks: 8  
@ valenciano
Dallaluna69 ha scritto:
Ho venduto una parte della mia collezione di fumetti per acquistare una yamaha da 180 Euro. L'ho usata all'inizio per studiare, poi mi sono innamorato dello strumento e ho venduto ancora fumetti per prendere un Kawai es7 e sono andato a lezione.


ma quanti fumetti avevi ?... emo
Come la barzelletta di quello che beveva e poi ha restituito i vuoti... emo
16-05-17 22.31
  • valenciano
  • Membro: Expert
  • Risp: 1085
  • Loc: Torino
  • Status: -
  • Thanks: 11  
@ apetta
Buonasera a tutti, sono nuova del forum. Avrei deciso di acquistare una tastiera che non costi molto per capire se provando mi può interessare e se eventualmente riesco ad imparare, per il momento quindi non vorrei spenderci troppo. Ho pensato quindi di sfruttare un buono di cui dispongo e la scelta sarebbe tra la CASIO LK125 e la CASIO CTK-1200. So che sono diciamo dei giocattoli ma tra le due così per avvicinarmi al mondo della tastiera e se è possibile del piano voi quale mi consigliereste? Spero possiate aiutarmi emo
Grosso modo ti sono giunti due consigli diametralmente opposti.

Sono entrambi giusti ed entrambi sbagliati, perche' l'approccio ad uno strumento puo' avvenire in diversi modi.

C'e' chi comincia con pianoforti veri ed insegnanti e poi abbandona, e c'e' chi comincia con tastiere amatoriali e poi per passi successivi continua la sua strada.

L'affitto di uno strumento e l'appoggio di un insegnante (i metodi di insegnamento moderni sono molto piu' stimolanti di quelli noiosi del passato) sarebbero un ottimo stimolo per andare avanti, pero' occorre capire prima se e' passione vera, se c'e' un po' di attitudine e cose simili.

Per questo non trovo del tutto sbagliato cominciare come pensi te, cioe' con una tastiera amatoriale.

Attenzione ad una cosa pero' : se senti l'attitudine e la passione, non insistere troppo con la strada autodidatta, e valuta di fare il passo successivo (strumento in affitto ed insegnante).

Il timore di alcuni e' abbastanza fondato : spesso quando si fa da se con strumenti troppo automatizzati, si rischia di prendere impostazioni errate, e di appagarsi con gli aiuti dello strumento, perdendo la possibilita' di entrare per bene nella passione per la musica.

Insomma cominciare con un casio non e' un problema (a mio modesto parere) : cio' che conta e' capire per tempo se c'e' altro, e trovare la motivazione per fare il passo piu' importante.

La musica e' un dono meraviglioso, che puo' offrire cose inimmaginabili, e se si scopre la dote (piccola o grande che sia, e' sempre un dono) va coltivata e portata avanti.

Benvenuta nel forum, ed in bocca al lupo per le tue aspirazioni.

16-05-17 23.24
  • Tama72
  • Membro: Senior
  • Risp: 302
  • Loc: Cremona
  • Status: -
  • Thanks: 9  
@ valenciano
Dallaluna69 ha scritto:
Ho venduto una parte della mia collezione di fumetti per acquistare una yamaha da 180 Euro. L'ho usata all'inizio per studiare, poi mi sono innamorato dello strumento e ho venduto ancora fumetti per prendere un Kawai es7 e sono andato a lezione.


ma quanti fumetti avevi ?... emo
L'intera collezione di "Lando"emoemo
17-05-17 01.08
  • Dallaluna69
  • Membro: Expert
  • Risp: 952
  • Loc: Firenze
  • Status: -
  • Thanks: 45  
Ne ho ancora più di 2000!!
Chi vuole la lista gliela mando!
Niente Lando, Tama. Se vuoi ho Manara.
17-05-17 19.30
  • apetta
  • Membro: Guest
  • Risp: 10
  • Loc:
  • Status: -
  • Thanks: 0  
@ valenciano
Grosso modo ti sono giunti due consigli diametralmente opposti.

Sono entrambi giusti ed entrambi sbagliati, perche' l'approccio ad uno strumento puo' avvenire in diversi modi.

C'e' chi comincia con pianoforti veri ed insegnanti e poi abbandona, e c'e' chi comincia con tastiere amatoriali e poi per passi successivi continua la sua strada.

L'affitto di uno strumento e l'appoggio di un insegnante (i metodi di insegnamento moderni sono molto piu' stimolanti di quelli noiosi del passato) sarebbero un ottimo stimolo per andare avanti, pero' occorre capire prima se e' passione vera, se c'e' un po' di attitudine e cose simili.

Per questo non trovo del tutto sbagliato cominciare come pensi te, cioe' con una tastiera amatoriale.

Attenzione ad una cosa pero' : se senti l'attitudine e la passione, non insistere troppo con la strada autodidatta, e valuta di fare il passo successivo (strumento in affitto ed insegnante).

Il timore di alcuni e' abbastanza fondato : spesso quando si fa da se con strumenti troppo automatizzati, si rischia di prendere impostazioni errate, e di appagarsi con gli aiuti dello strumento, perdendo la possibilita' di entrare per bene nella passione per la musica.

Insomma cominciare con un casio non e' un problema (a mio modesto parere) : cio' che conta e' capire per tempo se c'e' altro, e trovare la motivazione per fare il passo piu' importante.

La musica e' un dono meraviglioso, che puo' offrire cose inimmaginabili, e se si scopre la dote (piccola o grande che sia, e' sempre un dono) va coltivata e portata avanti.

Benvenuta nel forum, ed in bocca al lupo per le tue aspirazioni.

Hai capito molto bene il mio pensiero :) e crepi il lupo :D
17-05-17 19.33
  • apetta
  • Membro: Guest
  • Risp: 10
  • Loc:
  • Status: -
  • Thanks: 0  
@ paolo_b3
In generale va bene uno con gli stessi Volts e Amperes e ovviamente che abbia lo stesso standard di spina, ma credo originale costi 10€, quindi non ha senso sbattersi per cercare il compatibile.
Il problema è che la tastiera la prenderò alla mediaworld e non so se li hanno l'alimentatore della Casio perciò volevo capire che tipo di adattatore poter prendere magari stesso lì
17-05-17 20.38
  • paolo_b3
  • Membro: Expert
  • Risp: 1706
  • Loc: Ravenna
  • Status: -
  • Thanks: 8  
@ apetta
Il problema è che la tastiera la prenderò alla mediaworld e non so se li hanno l'alimentatore della Casio perciò volevo capire che tipo di adattatore poter prendere magari stesso lì
Credo che se glielo chiedi ce l'abbiano anche originale. Comunque per il compatibile i passi sono 3:

1) Voltaggio il più preciso possibile a quello di targa (es 5 volt va bene anche 5,3, 9 volt no)
2) Amperaggio non inferiore a quello di targa
3) Provare se la spina si inserisce nella presa (intendo dal lato strumento), ma in teoria te lo verifica il venditore.